Covid: 260 tamponi positivi ieri in Campania

I pazienti positivi al Covid in Campania sono 260 a fronte di 4353 tamponi eseguiti. Il totale dei positivi, nella regione, dall'inizio dell'emergenza è ora 8128, non si registra alcun decesso. Dodici invece le persone che sono guarite.Totale guariti: 4.490 (di cui 4.485 completamente guariti e 5 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti divenuti asintomatici ma ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione). Dei 260 positivi di ieri, 64 provengono da Paesi esteri e 12 dalla Sardegna.

fiore elezioni

  • InFamily

Coronavirus: deceduto napoletano in Calabria

Nuovo decesso in Calabria, dopo oltre tre mesi, di un paziente positivo al Covid 19. La vittima è un 72enne di Napoli, probabilmente in vacanza sulla costa ionica cosentina, ricoverato nel reparto di malattie infettive dell'ospedale dell'Annunziata di Cosenza dal 25 agosto scorso. Successivamente le sue condizioni sono peggiorate ed è stato necessario il trasferimento nel reparto di rianimazione, dove si è spento. L'ultimo decesso per Covid 19 in Calabria risale al 29 maggio scorso. In quella circostanza la vittima era una donna di 82 anni deceduta nel Grande Ospedale Metropolitano "Bianchi-Melacrino-Morelli" di Reggio Calabria. Il totale delle vittime dall'inizio della pandemia sale a 98.

  • Zia Sotto La Notizia

 

Napoli. Sequestrati 2 chili di marijuana pronti per lo spaccio

I carabinieri della stazione di Barano d'Ischia (Napoli) hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio un 48enne incensurato del posto. Durante una perquisizione domiciliare i militari hanno rinvenuto e sequestrato 13 sacchetti per alimenti contenenti complessivamente 2 chili di marijuana. A disposizione del 48enne anche un dispositivo per sigillare le dosi sottovuoto, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento. In manette, l'uomo è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio. Gli stessi carabinieri hanno denunciato un 32enne di Barano d'Ischia perché sorpreso in possesso di 3 dosi di cocaina, materiale vario per il confezionamento ed il taglio della droga.

  • Zia Sotto La Notizia

Coronavirus: ieri in Campania 193 positivi

Sono 193 in Campania i pazienti risultati positivi ieri al Covid a fronte di 6164 tamponi eseguiti nei vari centri regionali. Dei 193 positivi 65 sono viaggiatori (37 casi dalla Sardegna, 28 da Paesi esteri). Il totale dei positivi sale dunque a 7478 mentre è di 436399 il numero dei tamponi "processati" dall'inizio dell'emergenza. Non si registra alcun decesso mentre sono 15 i pazienti guariti. Il totale guariti è di 4452 (di cui 4.447 completamente guariti e 5 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti divenuti asintomatici ma ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

  • InFamily

Coronavirus: in Campania 117 positivi, 39 sono viaggiatori

Sono 117 le persone risultate positive al Coronavirus ieri in Campania su 5134 tamponi esaminati; di questi 39 sono viaggiatori ( (29 casi dalla Sardegna, 10 da Paesi esteri). E' quanto rende noto l'Unità di crisi della Regione Campania. Zero i decessi registrati mentre sette le persone guarite. Il totale dei positivi è pari a 7.285 persone su 430.232 tamponi.

  • InFamily

Coronavirus: Campania, 184 positivi di cui 86 viaggiatori

 Rallenta, rispetto all'impennata di domenica, la crescita dei contagiati da Covid scoperti in Campania, dove è in corso una massiccia operazione di screening sui rientri da aree a rischio e sui loro contatti. Sono 184 i nuovi positivi rilevati a fronte di 5.783 tamponi. Nel bollettino di ieri dell'Unità di crisi, non si segnalano né decessi né guarigioni. Dei 184 nuovi positivi 86 sono viaggiatori di rientro, di cui 35 casi dalla Sardegna e 51 dall'estero. 

  • biomedical

Campania, in arrivo €456.800 per kit e corredi scolastici

Kit e corredi didattici standard e innovativi, strumenti per la didattica digitale integrata, quaderni, astucci, diari per le ragazze e i ragazzi meno abbienti. Sono tutti materiali che potranno essere acquistati dalle scuole campane con i fondi stanziati dal Ministero dell'Istruzione. Per la Campania si tratta di 456.800 euro, di cui beneficeranno 571 istituti scolastici scelti sulla base di precisi parametri: è stata data priorità a quelli con indici più alti relativi a dispersione scolastica e disagio negli apprendimenti e in base allo status socio-economico della popolazione di riferimento. Una misura voluta dalla Ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina.
    Intanto, nelle scorse settimane, sono state anche distribuite le risorse che consentiranno di fornire agli studenti delle famiglie in difficoltà libri gratis. Un beneficio che in Campania riguarderà 74.434 fra ragazze e ragazzi delle secondarie di primo e secondo grado. "Questa estate, insieme alle misure e alle risorse per la ripartenza - sottolinea la ministra Lucia Azzolina - abbiamo voluto dare un segnale concreto alle famiglie in difficoltà. Abbiamo dato soldi direttamente alle scuole per libri e kit didattici. Un finanziamento diretto che consente di venire subito incontro, con acquisti immediati, alle esigenze delle studentesse e degli studenti".

  • biomedical

Clienti sempre più diffidenti sui saldi, ma vola l’online

Oramai è passato quasi un mese dall’inizio dei saldi, e molti consumatori hanno già approfittato di questo periodo così atteso. Sempre facendo attenzione però perché, nel corso degli anni, alcuni casi di truffa hanno spinto le persone a non acquistare tutto e subito, ma a scegliere con grande cura. Anche per questo motivo, le previsioni per i saldi di quest’anno non erano particolarmente positive. Non si parla soltanto della diffidenza dei consumatori verso le occasioni forse troppo ghiotte, ma anche della situazione economica nata a seguito del lockdown di marzo e aprile. Ad ogni modo, nonostante tutto, c’è un canale che sta guadagnando tantissimi punti dalla situazione attuale, e si tratta dell’online.

Iniziano i saldi, ma nel nome della diffidenza

Il 2020 è stato (e continuerà ad essere) un anno particolare, fatto di attenzioni maggiori da parte degli italiani. Non hanno fatto eccezione i saldi: anche se non sono ancora disponibili i dati definitivi, in quanto gli sconti sono ancora in corso, le previsioni parlano di un calo rispetto allo scorso anno. Come anticipato poco sopra, il motivo lo si trova nella maggiore diffidenza da parte dei consumatori, oramai abituati a confrontarsi con offerte poco convenienti, se non addirittura truffaldine in certi casi. Oltre alla diffidenza verso gli sconti, i clienti di oggi non sono disposti a spendere quanto si era speso nel recente passato. È un dato che, sempre secondo le stime pre-saldi, riguarda il 61% circa dei consumatori del paese. Lo studio di Confesercenti ha dunque messo in risalto una delle tante conseguenze legate al calo di fatturato di molti lavoratori italiani, con il relativo abbassamento degli scontrini medi.

Faticano i saldi, ma crescono gli acquisti online

Se da un lato i consumatori fanno più attenzione e spendono meno soldi, dall’altro acquistano sempre più volentieri presso gli e-commerce. Fra i settori di maggiore spicco si trova quello del fashion, soprattutto per quanto riguarda i prodotti alla moda e firmati da marchi di prestigio. Si parla non solo degli abiti e delle borse, ma anche delle scarpe donna, sempre più ricercate negli store sul web in quanto tra i prodotti migliori da acquistare online. Lo shopping digitale, d’altronde, propone diversi vantaggi anche economici, con cifre più convenienti rispetto ai negozi fisici. Non deve quindi stupire il dato relativo al boom degli shop online, che ha quasi del clamoroso: secondo le indagini di settore, infatti, il 2020 dovrebbe chiudersi con un aumento degli acquisti digitali pari al +26%, con un valore complessivo del comparto intorno ai 22 miliardi di euro. Il merito va proprio al lockdown, che ha fatto comprendere ai consumatori italiani la grande convenienza degli e-commerce. E tanti esperti scommettono sul fatto che questa abitudine proseguirà ancora, con una mutazione delle routine d’acquisto forse definitiva.

  • biomedical

Sottoscrivi questo feed RSS