mariano

Giornata di arresti per i carabinieri della compagnia di Battipaglia diretti dal maggiore Erich Fasolino

A Pontecagnano, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto il pluripregiudicato Felice Carraturo, 35enne del luogo, ritenuto dagli inquirenti contiguo al clan camorristico “PECORARO - RENNA”, operante nell’area a sud della provincia salernitana, dovendo scontare la pena definitiva di 4 anni di reclusione, e 1.000 €uro di multa, per concorso in estorsione aggravata dall’intimidazione del vincolo associativo, commessa a Pontecagnano il 24 dicembre 2011.
All’epoca il Carraturo, insieme ad altri pregiudicati fra cui Raffaele Del Pizzo, si fecero consegnare 1.500 €uro, quale “assicurazione per evitare qualsiasi problema”, dal titolare di una ditta di calcestruzzi del posto.
Espletate le formalità di rito, Felice Carraturo è stato rinchiuso nel carcere di Fuorni.

Sempre a Pontecagnano, i Carabinieri hanno tratto in arresto il 48enne Carlo Vitale, in esecuzione dell’ordinanza di aggravamento degli arresti domiciliari disposta dalla Corte d’Appello di Salerno.
I militari hanno riscontrato una serie di violazioni commesse dall’uomo, fra cui la detenzione di hashish oltre che ospitare persone non rientranti nel suo nucleo familiare o fra coloro i quali potevano offrirgli assistenza, alle prescrizioni imposte dai domiciliari, cui era stato ammesso a godere a seguito dell’arresto del 10 agosto 2017, allorquando venne sorpreso alla guida della sua auto con 1 kg e 200 grammi di cocaina nascosta nella ruota di scorta.
Anche per il Vitale si sono aperte le porte del carcere di Fuorni.

A Montecorvino Rovella, invece, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto il cittadino extracomunitario Rachid Hachim, 39enne di origini marocchine, gravato da numerosi precedenti penali, condannato alla pena definitiva di 1 anno e 4 mesi di reclusione, e 1.400 €uro di multa, per spaccio di sostanze stupefacenti, commesso a Prato il 12 settembre 2014.
Quel giorno, nel corso di un’operazione di polizia finalizzata a contrastare i reati nello specifico settore, l’extracomunitario venne sorpreso mentre cedeva una dose di cocaina, al prezzo di 50 €uro, ad un 44enne del luogo.
Il 39enne di origini marocchine sconterà la pena ai domiciliari nella sua abitazione sui Picentini.

 

e-max.it: your social media marketing partner

Pontecagnano. Incidente stradale, morto 36enne del posto

Ieri mattina, poco prima delle 6:00, a Pontecagnano Faiano, in via Abate Conforti, verosimilmente a causa della velocità non commisurata alle condizioni stradali, J.F., 36enne del posto, cameriere in un esercizio di ristorazione situato all’interno del centro commerciale MAXIMALL, ha perso la vita andandosi a schiantare contro un albero alla guida della propria TOYOTA Yaris.
Sul posto sono intervenuti i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Battipaglia nonché della locale Stazione, che hanno provveduto ad effettuare i rilievi del caso.
Dai primi accertamenti effettuati sulla salma della vittima, è emerso che il conducente dell’auto aveva un tasso alcolemico di oltre 2 g/l, ovvero di gran lunga superiore a quello consentito.

e-max.it: your social media marketing partner

Pontecagnano. Definitivo per Giuseppe Pizzuto, condannato a un anno e cinque mesi

Nella primo pomeriggio di giovedì, i Carabinieri della Stazione di Pontecagnano hanno tratto in arresto il pregiudicato Giuseppe Pizzuto, 31enne del posto, in quanto condannato dal Tribunale di Salerno alla pena definitiva di 1 anno e 5 mesi di reclusione, e 1.050 €uro di multa, per furto aggravato, commesso a Pontecagnano Faiano l’11 luglio 2006, e furto in abitazione, perpetrato a Salerno il 4 dicembre 2007.
Espletate le formalità di rito, il giovane è stato richiuso nel carcere di Fuorni.

 

e-max.it: your social media marketing partner

Minaccia il promotore finanziario con una pistola per il finanziamento non concesso. Arrestato David Milone

Alle 13:00 circa di ieri 7 novembre, nel quartiere Mariconda di Salerno, i Carabinieri della Compagnia di Battipaglia hanno tratto in arresto il 31enne David Milone, operaio salernitano, in flagranza per minacce, porto abusivo di arma comune da sparo e ricettazione.
I Carabinieri, a seguito della denuncia sporta da un promotore finanziario di Eboli per una serie di atti intimidatori compiuti dal Milone, anche con l’uso di una pistola, per un finanziamento promessogli ma mai erogatogli da un istituto di credito di Bellizzi ove il denunciante lo aveva presentato, hanno bloccato il 31enne nei pressi del bar “Mancini” del Parco Arbostella, dove le parti avevano fissato un appuntamento per discutere nuovamente del prestito. Nel corso della perquisizione della sua FIAT Multipla, i militari diretti dal Magg. Erich Fasolino hanno trovato, nascosta nel vano portaoggetti, una pistola cal. 9, con matricola abrasa e completa di caricatore contenente 13 cartucce cal. 9x21, perfettamente funzionante. Espletate le formalità di rito, David Milone è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia 4 Novembre. La caserma dei Carabinieri apre le porte alla città

Questa mattina, dalle 09:00 alle 13:00, la sede della Compagnia Carabinieri di Battipaglia, aprirà le porte a tutti i cittadini desiderosi di conoscere il funzionamento di una Caserma dell’Arma e di avere un contatto diretto con l’operato dei Carabinieri.

Sarà, infatti, possibile visitare la Centrale Operativa, cuore della Compagnia, chiamata a coordinare, su indicazione del Comandante di Compagnia, il Maggiore Erich Fasolino, l’attività delle pattuglie presenti sull’intero territorio di competenza, comprendente ben 9 Comuni situati fra la Piana del Sele ed i Monti Picentini, per un’estensione complessiva pari a 400 kmq e con un bacino di utenza ammontante ad oltre 140mila cittadini ufficialmente censiti, e dove giungono, e successivamente smistate, le chiamate sull’utenza di pronto intervento 112.
Sarà, inoltre, possibile visitare il laboratorio fotografico, dove vengono fotosegnalate le persone di interesse investigativo e dove sarà illustrato il processo di esaltazione delle impronte in occasione di delitti.
Infine, nel piazzale antistante la caserma, sarà possibile ammirare i veicoli in dotazione al Nucleo Radiomobile, storicamente reparto di eccellenza dell’Arma, chiamato a contrastare il crimine diffuso per strada, fra cui l’Alfa Romeo 159, la Seat Leon e le motociclette BMW 850.

e-max.it: your social media marketing partner

Montecorvino Rovella. Estorsione e sequestro di persona, condannato Nicola Coppola e Pina J. Pastore

Nella tarda mattinata di ieri, a Montecorvino Rovella, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto il pregiudicato Nicola Coppola, 50enne del luogo, in passato ritenuto dagli inquirenti vicino al clan camorristico “PECORARO - RENNA”, in quanto condannato alla pena definitiva di 4 anni e 4 mesi di reclusione, e 6.000 €uro di multa, per concorso in sequestro di persona ed estorsione, reati commessi a Montecorvino Rovella il 7 maggio 2012.

Quel giorno il 50enne, insieme alla compagna Pina Jane Pastore, tratta in arresto per lo stesso reato, dai Carabinieri di Battipaglia, il 9 settembre 2016, costrinse un professionista di Bellizzi, conosciuto occasionalmente dalla donna e dalla stessa condotto, con una scusa, in un’abitazione rientrante nella loro disponibilità, a consegnare la somma di 10.000 €uro, in assegni e contanti, minacciandolo di denunciarlo, per violenza sessuale, in caso di suo diniego.

La vittima, chiusa a chiave nella casa, venne liberata solo dopo aver ceduto alle richieste dei due, denunciando successivamente il tutto alle forze dell’ordine.

Espletate le formalità di rito, Nicola Coppola è stato rinchiuso nel carcere di Fuorni

e-max.it: your social media marketing partner

Pontecagnano - Maximall. Identificate le donne del video diffuso in rete in questi giorni

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Montecorvino Pugliano hanno identificato le donne riprese nel video diffuso in rete in questi giorni e girato all’interno del centro commerciale MAXIMALL di Pontecagnano Faiano.

Nel video, risalente a sabato scorso 9 settembre, si vede una donna non autosufficiente, seduta su una sedia a rotelle, la quale sembra venga colpita con uno schiaffo dall’accompagnatrice.

Gli accertamenti effettuati dai militari alle dipendenze della Compagnia di Battipaglia hanno permesso di identificare sia la disabile, una 60enne di Montecorvino Pugliano affetta da demenza precoce, che l’accompagnatrice, un’operatrice socio sanitaria (sulla quale gli inquirenti mantengono il riserbo dovuto agli accertamenti tuttora in corso) chiamata dal marito della donna per assisterla.

e-max.it: your social media marketing partner
Sottoscrivi questo feed RSS

Battipaglia