CONTATTACI OK

Redazione

Redazione

La protesta. Il comitato cittadino:“Non vogliamo il sito di compostaggio a Battipaglia”

Noi siamo cittadini, non politici, e di tale visibilità avremmo fatto volentieri a meno se le istituzioni ci avessero tutelato. Non siamo mai stati contro il compostaggio come sistema di trattamento dei rifiuti, anzi. Ma vogliamo che vengano rispettati i patti ! Nel 2002 questa città ebbe l’assicurazione dal Governo, attraverso il Commissario straordinario, che non sarebbero stati allocati sul territorio comunale altri impianti di trattamento rifiuti e che cave e discariche sarebbero state bonificate. Quel protocollo non è stato rispettato. La Comunità europea prevede che le popolazioni siano consultate e che l’impatto sul territorio non sia lesivo della vivibilità. In questo caso la popolazione non è stata ascoltata, anzi, neppure informata in tempo utile. Abbiamo già lo Stir (o TMB se preferite) che, se noi cittadini non avessimo protestato, avrebbe continuato a funzionare senza controlli e senza sicurezza (biofiltri e scrubber rotti o vecchi) Abbiamo già sei impianti privati di trattamento rifiuti, oltre allo Stir e al vicinissimo compostaggio di Eboli . Chi li ha autorizzati li controlla? Grataglie o ex Ismar, Castelluccio, Buccoli, via Danimarca sono ancora senza bonifica e non sappiamo neppure cosa vi sia sepolto. Il problema dei cattivi odori non è di quest’anno, ma lo subiamo da tempo. Questa estate abbiamo superato, però, tutti i limiti di tollerabilità. Dire, perciò, che si tratta di un problema passeggero e risolvibile ci può solo far adirare ancora di più. Per questi motivi non vogliamo altri impianti. Bonificate il nostro territorio, controllate l’esistente. Fateci vivere. Per questo domani alle 19,00 scenderemo in piazza Amendola. Da lì partirà il corteo pacifico che attraverserà il centro (via Mazzini, via Pastore, Piazza Ferrovia, via Roma, di nuovo via Mazzini con raduno finale e dibattito  in Piazza Moro) Per difendere i nostri diritti costituzionalmente garantiti. E lo faremo pacificamente, da cittadini di “serie A”.

Il portavoce

Stefania Battista

 

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Tozzi (Fdi) sul Compostaggio: Bonavitacola ha scarso senso di appartenenza

Questione rifiuti e impianto di compostaggio , il commissario provinciale di Fratelli d’Italia, nonché vice sindaco di Battipaglia, Ugo Tozzi eleva il ragionamento sul piano politico rispondendo in maniera dura al vice presidente della regione Campania Bonavitacola. “L’onorevole – dice Tozzi – dimostra scarso senso di rispetto  e appartenenza al territorio che ha eletto il suo presidente De Luca e certifica in maniera definitiva l’inadeguatezza del Governatore e dell’intero centrosinistra a tutelare il territorio a sud di Salerno. Abbiamo iniziato con la bretella di collegamento alla penisola cilentana che taglia fuori i territori immediatamente a sud di Salerno da tutto l’indotto turistico, concludendo con il disegno di trasformare la piana del Sele, e il suo oro in termini di salubrità dell’aria e del territorio, nella pattumiera di tutta la regione Campania. Se volevamo una ultima conferma di quanto poco ci tenga alla salute dei nostri concittadini, e dei vicini cittadini di Eboli ovviamente, adesso l’abbiamo ottenuta. Ebbene – continua Tozzi, che è anche medico e in quanto  tale conoscitore delle patologie che incidono sul territorio, avendo collaborato anche alla stesura del registro Tumori della Provincia di Salerno  -  io a livello personale, il partito che rappresento insieme ai colleghi commissari Imma Vietri e Nanni Marsicano,  e sono sicuro l’intero centrodestra si oppongono categoricamente a questa scelta. Rimandiamo al mittente le misere affermazioni nei confronti del comitato spontaneo che si è creato contro questa realizzazione all’interno dello stir di Battipaglia, e confermiamo, come già detto dall’amministrazione ben rappresentata dalla sindaca Cecilia Francese, il nostro appoggio a tutte le attività di opposizione che il comitato farà  - conclude Tozzi - garantendo la presenza in piazza e garantendo l’impegno in tutte le sedi opportune per contrastare l’indifferenza della regione Campania al nostro territorio”.  I commissari provinciali di Fratelli d’Italia Tozzi Marsicano e Vietri infine chiedono “ufficialmente al governatore De Luca di prendere una posizione chiara in merito a questa situazione. Siamo curiosi di conoscere cosa De Luca pensa della scelta di trasformare la provincia a sud di Salerno nella pattumiera della intera regione”.

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Domani sera ore 19,00, in piazza Amendola, per manifestare contro l'impianto di compostaggio

E’ tutto pronto per la manifestazione di domani sera contro la realizzazione del mega impianto di compostaggio nella città di Battipaglia. L’appuntamento, organizzato dal comitato NO all’Impianto di Compostaggio, è previsto per le ore 19,00 in piazza Amendola. I cittadini si ritroveranno per dissentire sulla decisione della Regione Campania in merito al piano di smaltimenti rifiuti. Nei giorni scorsi le polemiche si sono susseguite tra favorevoli e contrari all’impianto. Il vice presidente della giunta regionale Fulvio Bonavitacola ha dichiarato che l’impianto è già bello e fatto, quindi, ogni protesta sarà inutile ed improduttiva. Non si è fatta attendere la risposta dei cittadini che all’unanimità si è schierata contro, così come formalmente tutte le forze politiche cittadine: dalla maggioranza all’opposizione, salvo qualche associazione ambientalista, che ritiene fondamentale l’impianto di compostaggio per la soluzione dell’atavica problematica dei rifiuti solidi urbani. Dopo l’iniziativa del comitato contrario al megaimpianto anche la maggioranza Francese si era schierata contro, sostenendolo sia in Consiglio Comunale che nelle pubbliche piazze. Qualche dubbio era stato espresso dall’opposizione quando nell’ultima conferenza dei capigruppo aveva prodotto un vero e proprio dossier di documenti facendo vacillare le teorie difensive dell’amministrazione. Lo stesso Valerio Longo, capogruppo di Forza Italia, partito che sostiene la maggioranza della sindaca, in una nota stampa, nelle scorse settimane ha dichiarato di non essere contrario al megaimpianto di compostaggio. Nel contempo domani sera il comitato organizzatore attenderà una massiccia e positiva risposta della città all’appello per la pacifica manifestazione.

e-max.it: your social media marketing partner

Impianto di Compostaggio. La sindaca Francese conferma il No dell'Amministrazione

«A Battipaglia c’è una giusta protesta dei cittadini esasperati per avere vissuto sulla propria  pelle i disastri di una politica ambientale scellerata che ha fatto del territorio comunale terreno di conquista di aziende pubbliche e private che trattano i rifiuti, dalla mega discarica mai messa in sicurezza della Castelluccia, all'impianto di Cdr (poi Stir) che nelle intenzioni avrebbe dovuto essere addirittura un bruciatore, fino alle autorizzazioni a ruota libera a strutture private che operano nel settore – afferma la sindaca Cecilia Francese -. Gli esempi che abbiamo avuto fino a questo momento di gestione di questi impianti, sia dal pubblico che dai privati, non garantisce nessuno sul futuro utilizzo dello Stir trasformato in impianto di compostaggio. Nessuna tecnologia, anche la più avanzata può essere sbandierata come garanzia, fino a quando abbiamo a che fare con gestioni approssimative degli impianti e fino a quando non si garantiscono forme di controllo democratico da parte degli stessi enti territoriali e di comitati di cittadini deve essere chiaro a tutti che stiamo parlando della salute pubblica. La nostra non è una battaglia campanilistica, essa parte dalla conoscenza di ciò che è avvenuto sul nostro territorio in questi anni, ed anzi poiché crediamo del dialogo. Invitiamo già da ora il vicepresidente Bonavitacola al convegno che questa amministrazione intende organizzare su questi temi intendendo discutere con istituzionali, forze politiche e sociali, comitati e singoli cittadini,  sulla situazione del territorio di Battipaglia dal punto di vista ambientale. Per questo l’amministrazione comunale di Battipaglia sarà in piazza insieme ai cittadini per dire no all’impianto di compostaggio. Protestare è un dovere a cui io come sindaca non posso e non voglio sottrarmi quale garante della salute pubblica nella mia città. Ma c’è di più, la nostra azione non si fermerà alla marcia pacifica ma continueremo a chiedere in tutte le sedi istituzionali e con tutti gli strumenti a nostra disposizione che si riveda una decisione che oltraggia un intero territorio e i suoi cittadini. Non arretreremo».

L’ufficio stampa

Sindaca Francese

e-max.it: your social media marketing partner
Sottoscrivi questo feed RSS

Battipaglia