La O.ME.P.S. BricUp Battipaglia presenta 5 nuovi talenti

La O.ME.P.S. BricUp Battipaglia di quest’anno ha una rinnovata e ancor più cospicua presenza di giovani talenti al proprio interno. Ciò grazie ad un lungo ed importante lavoro di scouting operato dal sodalizio del patron Giancarlo Rossini in questi mesi. Presentati altri cinque talenti molto interessanti. Sono Dioma Dione, Sarah Ashley Seka, Caterina Logoh, Stefania Susca e Chiara Spagnolo le nuove frecce all’arco di una società che si conferma in prima linea nel valorizzare i giovani talenti del basket femminile italiano. Dioma Dione, classe 2002, nata in Senegal, ma con cittadinanza sportiva italiana, è un pivot di 185 centimetri proveniente dall’A.S.D. Basket Femminile Stabia. Dall’A.S.D. Basket Femminile Stabia proviene anche Sarah Ashley Seka, di un anno più giovane di Dioma (classe 2003), guardia/ala di 177 centimetri nata in Costa D’Avorio ma anch’essa con cittadinanza sportiva italiana. Caterina Logoh, guardia del 2003 nata ad Osimo, può già vantare, nel proprio curriculum, anche numerose presenze in A2 (con la canotta dell’High School Basket Lab guidata, nella scorsa stagione, dal coach Giovanni Lucchesi) disputate ad ottimi livelli. Insieme a lei, nella squadra frutto del progetto nato di concerto tra la F.I.P. e il CONI, militava anche Stefania Susca, play/guardia nata a Bari nel 2004 e protagonista, insieme a Caterina, di una più che positiva esperienza nell’High School Basket Lab. Infine, Chiara Spagnolo, giovanissima guardia/ala di 175 centimetri nata a Copertino nel 2004 e proveniente dalla Scuola Basket Lecce.

  • biomedical