Redazione

Redazione

Quasi 7 milioni i controlli di polizia dall'11 marzo al 4 aprile

Dall'11 marzo al 4 aprile 2020 le Forze di polizia, nell’ambito delle verifiche sul rispetto delle norme restrittive per il superamento dell’emergenza Coronavirus, hanno controllato 4.859.687 persone e 2.127.419 esercizi e attività commerciali. Complessivamente le contestazioni alle persone per violazioni ai divieti anti-contagio sono state 176.767, delle quali 115.738 denunce per violazioni dell’articolo 650 del codice penale (c.p.) e 61.029 per violazioni amministrative, dopo l’entrata in vigore il 26 marzo scorso del decreto legge n.19/2020, che ha modificato la disciplina delle sanzioni. L'articolo 4 del decreto differenzia infatti gli illeciti superando lo strumento originariamente individuato nell'articolo 650 c.p. Lo stesso articolo, al comma 8, affrontando le relative questioni di diritto intertemporale, stabilisce che le norme che sostituiscono sanzioni penali con sanzioni amministrative si applicano anche alle violazioni commesse prima dell’entrata in vigore dello stesso decreto legge. Nella giornata di ieri, 4 aprile, le persone e gli esercizi/attività commerciali controllati sono stati rispettivamente 229.104 e 87.364. Sanzionate in via amministrativa per i divieti sugli spostamenti 9.284 persone, 54 denunciate per false attestazioni e 10 denunciate per violazione della quarantena. I titolari di esercizi commerciali sanzionati sono stati 173, i provvedimenti di chiusura delle attività 27.

Contagiati in Campania, sono circa 3000 i positivi

L'Unità di Crisi della Regione Campania comunica che sono pervenuti i seguenti dati:

- Ospedale Cotugno di Napoli: sono stati esaminati  569 tamponi di cui 52 positivi;
- Ospedale Ruggi di Salerno:  sono stati esaminati 184 tamponi di cui 14 positivi;
- Ospedale Sant'Anna di Caserta: sono stati esaminati 73 tamponi di cui 3 positivi;
- ASL di Caserta presidi di Aversa e Marcianise: sono stati esaminati  119 tamponi di cui 21 positivi;
- Ospedale Moscati di Avellino: sono stati esaminati  136 tamponi di cui  5 positivi;
- Ospedale San Paolo di Napoli: sono stati esaminati 26 tamponi di cui 17 positivi;
- Azienda Universitaria Federico II: sono stati esaminati 72 tamponi di cui 11 positivi;
- Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno: sono stati esaminati 396  tamponi di cui 9 positivi;
- Ospedale San Pio di Benevento: sono stati esaminati 29 tamponi di cui nessuno positivo;
- Ospedale di Eboli: è stato esaminato 1 tampone risultato negativo.


Positivi di oggi: 132
Tamponi di oggi: 1.605

Totale complessivo positivi Campania: 2.960
Totale complessivo tamponi Campania: 23.139

SCARICA L'AGGIORNAMENTO

Campania. Crisi economica, De Luca stanzia 604 milioni di euro

Il Presidente Vincenzo De Luca - con il contributo delle proposte pervenute da istituzioni locali, gruppi politici, organizzazioni sociali, sindacali e imprenditoriali, istituzioni bancarie, il volontariato e le organizzazioni religiose - ha definito il Piano Socio Economico della Regione Campania contro la crisi, stanziando oltre 604 milioni.

Tra le misure principali assunte dalla Regione si segnala:

1) Contributo alle famiglie con disabili

2) Pensioni al minimo portate a 1.000 euro per due mesi

3) Contributo di 2.000 euro alle imprese commerciali, artigiane e industriali

4) Bonus a professionisti e lavoratori autonomi

5) Bonus alle aziende agricole e delle pesca

6) 30 milioni per il comparto del turismo

Scarica il documento:

Piano Socio Economico della Regione Campania contro la crisi

 
 
 

Regione Lombardia. Fontana: per strada indossare mascherina

l Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato ieri la nuova Ordinanza regionale n.521che proroga fino al 13 aprile le misure restrittive introdotte dalle precedenti Ordinanze regionali del 21, 22 e 23 marzo. La nuova ordinanza introduce alcune novità, in particolare:  l'obbligo per chi esce dalla propria abitazione di proteggere sé stessi e gli altri coprendosi naso e bocca con mascherine o anche attraverso semplici foulard e sciarpe; l’obbligo per gli esercizi commerciali aperti di fornire ai propri clienti guanti monouso e soluzioni idroalcoliche per l'igiene delle mani; la possibilità di acquistare articoli di cartoleria all'interno degli esercizi commerciali che vendono alimentari o beni di prima necessità (che sono quindi aperti); la possibilità di vendere fiori e piante, ma solo tramite consegna a domicilio.

Sottoscrivi questo feed RSS