CONTATTACI

Siano. Privatizzazione dei servizi cimiteriali e della gestione dei rifiuti, arriva il no del gruppo consiliare “Siano nel Cuore”

I consiglieri comunali Antonio Buonaiuto e Carmine Leo: “La nostra città ha le tasse più alte del Comune di Positano. Il sindaco Giorgio Marchese non amministra nulla”.
 
 
“A Siano è in atto un cambiamento, è innegabile. Si stanno privatizzando tutti i servizi e tra poco avremo le tasse più alte del Comune di Positano”. Non usa mezzi termini Carmine Leo, consigliere comunale di opposizione in quota “Siano nel Cuore”, per contestare l’operato dell’Amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Marchese. “Non possiamo restare in silenzio sulla gestione dei rifiuti e dei servizi cimiteriali, che si stanno letteralmente svendendo in barba a quello che dovrebbe essere un interesse comune che, invece, viene snobbato”. Per Leo, dunque, la svolta privatistica dei servizi porterà solo aumenti su tariffe e tributi che dovranno pagare i contribuenti sianesi. “La storia recente dei parcheggi ci insegna che quando le cose sono fatte senza una programmazione a soffrirne è il cittadino. Non si può pensare agli interessi di cassa non tenendo conto delle esigenze della propria comunità. Inoltre manca il dialogo, il confronto politico con gli altri schieramenti e la cittadinanza non viene messa al corrente degli scenari che, di qui a poco, si troveranno davanti”.
Sulla stessa lunghezza d’onda di Leo c’è Antonio Buonaiuto, capogruppo di “Siano nel Cuore”. “Quando era all’opposizione, il sindaco Giorgio Marchese sosteneva che a Siano c’era una pressione fiscale pari a quella del Comune di Positano. Mi dispiace contraddirlo, ma stiamo eguagliando la Perla della Costiera amalfitana grazie al suo operato”, ha detto. “Purtroppo il sindaco non amministra nulla. E’ più corretto dire non è capace nemmeno di gestire l’attività ordinaria. Non si può essere buoni amministratori se non si è uomini liberi”.
 

Pontecagnano: Condanato Giuseppe Pellegrino per spaccio di sostanze dopanti

Sabato sera, a Pontecagnano Faiano, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto il pregiudicato Giuseppe PELLEGRINO, 53enne del luogo, dovendo scontare la pena di 2 anni, 10 mesi e 22 giorni di reclusione, e 6.950 €uro di multa, per commercio illecito di farmaci ad effetto dopante e somministrazione di medicinali in modo pericoloso per la salute pubblica, reati consumati a Bergamo e località limitrofe nel 2005.

Il 53enne, espletate le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

Festa del Carciofo. Sabato convegno inaugurale con Rosanna Lambertucci

La 9° edizione della Festa del Carciofo di Paestum IGP si svolgerà nei giorni 22-23-24-25-30 Aprile e 1 Maggio 2017 e sarà ancora una volta ospitata dal caratteristico borgo di Gromola a Capaccio-Paestum. 

La manifestazione è organizzata dall’Associazione Culturale ‘Il Tempio di Hera Argiva’ con il supporto del Consorzio di Tutela del Carciofo di Paestum IGP e della O.P. Terra Orti. 

Si parte dunque sabato 22 con un meeting sulla Dieta Mediterranea alla quale saranno presenti Rosanna Lambertucci, il Consigliere delegato all’Agricoltura e Pesca della Regione Campania Franco Alfieri, Gennaro Velardo Presidente di Italia Ortofrutta, il presidente dall’Associazione Culturale ‘Il Tempio di Hera Argiva’ Pasquale Palladino,  Alfonso Esposito ed Emilio Ferrara, rispettivamente Presidente e Direttore del Consorzio di Tutela del Carciofo di Paestum IGP e della O.P. Terra Orti, Filippo Diasco, Dirigente settore Agricoltura della Regione Campania. Parteciperanno per il Comune di Capaccio-Paestum il Sindaco Italo Voza e l’Assessore allo Sport e Tempo Libero Raffaele Barlotti.

Ancora più ricco quest'anno il programma rispetto alle scorse edizioni.

Musica e divertimento a pranzo con il maestro Nicola Tommassini, la fisarmonica di Angelo Marino e il Karaoke, per accompagnare la degustazione di penne con carciofi e speck, risotto con carciofi dorati e fritti, pizza fritta, pizza margherita e pizza con carciofi, bruschette con crema di carciofi e speck, caciocavallo impiccato al sapore di carciofo, carciofi e patate al forno. Per i più piccoli ci saranno patatine fritte con crema di carciofi.  La sfogliatella ripiena con ricotta e carciofi chiude il menù in abbinamento con l'amaro di Paestum, prodotto da Terra Orti con estratto di Carciofi di Paestum GIP.

Tra gli appuntamenti serali ricordiamo quelli con 'E' faticun' (22 aprile), 'The kiepò (23 aprile), Domenico Monaco (24 aprile), Tammorrasia (25 aprile), I briganti e bottari degli Alburni (30 aprile), Le sette bocche (1 maggio).

Serata speciale il giorno 24 aprile dedicata ad Amatrice. Sarà allestito un apposito stand gastronomico con piatti di riso e pasta all'amatriciana e parte del ricavato sarà devoluto per la ricostruzione di Amatrice.

Il primo maggio saranno regalate rose a tutte le donne presenti per la chiusura della manifestazione, mentre negli altri giorni ci saranno dirette radiofoniche, interviste e approfondimenti gastronomici con alcune testate quali Radio Paestum, Radio Castelluccio, Sud TV e Tv2000.

 

Arrestato 56enne a Cava de Tirreni per spaccio di droga e detenzione abusiva armi

La Squadra Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di cava de’ Tirreni, ha proceduto all'arresto di G. S., nato a Cava de' Tirreni di anni 56, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, alterazione di documento di riconoscimento (carta d'identità); detenzione illegale di munizionamento da guerra e detenzione abusiva di arma comune da sparo. In seguito ad una specifica ed articolata attività info-investigativa i poliziotti cavesi hanno proceduto alla verifica delle armi regolarmente dichiarate e detenute da G. S. accertando che lo stesso deteneva all'interno della cassaforte per i fucili una cartuccia cal.9 mm parabellum, costituente munizionamento da guerra del tipo in uso alle forze di polizia. Lo stesso deteneva, inoltre, oltre al fucile regolarmente denunciato, un fucile da caccia matricolato, ma non dichiarato a suo nome. Gli agenti hanno così proceduto alla perquisizione domiciliare e, nel corso dell' attività, all'interno del portafoglio di G. S. è stata trovata la sua carta d'identità don la fotografia originale sostituita con altra fotografia. Inoltre, all'interno del soffitto di casa, occultata in un mobile, è stata trovata sostanza stupefacente del tipo Cannabis Indica, per il peso complessivo di gr. 500, suddivisa in dosi per la vendita. G. S., pertanto, è stato dichiarato in stato di arresto per i reati sopra evidenziati ed è stato accompagnato presso l'abitazione in stato di arresti domiciliari, a disposizione del Pubblico Ministero di turno presso il Tribunale di Nocera Inferiore, in attesa del rito direttissimo.

Il Comune di Sarno accede al Fondo per i contenziosi causati da calamità naturali

Il Ministero dell'Interno dà il via libera ai fondi per i risarcimenti frana. Con la nota del 7 Aprile, infatti, il Ministero dell'Interno in riscontro alla domanda di accesso al Fondo, predisposta su direttiva dell'Assessore al Contenzioso Eutilia Viscardi, ha richiesto all'ente documentazione integrativa, al fine di determinare e liquidare il contributo previsto dall'art. 4 del Decreto Enti Locali del 2016, che prevede un fondo di venti milioni di Euro per 4 anni, per il rimborso della quota di risarcimento ai parenti delle vittime della frana, di competenza del Comune di Sarno. "Sono molto soddisfatta - afferma l'Assessore al Contenzioso Eutilia Viscardi - che quanto da me riferito nell'ultimo Consiglio Comunale, in risposta ad una interrogazione dell'opposizione, si sia già concretizzato, nonostante le teorie che circolavano sui giornali e sui social. L'accesso al Fondo, previsto fino al 2019, garantito dal Governo centrale, garantisce tutti, Ente e cittadini. Sono anche ripresi i lavori della Commissione Prefettizia, di cui ho l'onore di far parte, per avviare i tentativi di transazione con i parenti delle vittime che hanno espresso la volontà di accordarsi. Ringrazio il Sindaco, il Vice - Sindaco, il capogruppo del Pd e tutta la maggioranza per la fiducia concessami".

Sottoscrivi questo feed RSS

Battipaglia