CONTATTACI OK

De Amicis. Gli altri candidati a Sindaco cosa propongono?

eradigitale battipaglia1929

Battipaglia. Abbattere, non abbattere o abbattere in parte? E’ questo il grande dilemma scespiriano dei candidati a sindaco della città capofila della piana del Sele. Un più deciso Motta ha dichiarato: le due ali laterali devono andare a terra, per dare vita a parcheggi e teatro pubblico. E gli altri candidati cosa propongono? “Al momento non abbiamo un progetto ancora definito – afferma Ugo Tozzi - per la De Amicis, ma la prima ipotesi è quella di ridare ai cittadini, almeno in parte, la storica scuola, con un servizio materno o della prima infanzia. Naturalmente è centrale verificare le condizioni di agibilità del fabbricato”. Il candidato di Etica del Buongoverno, Cecilia Francese, ritiene che va fatta una valutazione non solo sulla staticità della struttura ma anche sul valore storico e simbolico della De Amicis. “Sono molto legata alla scuola di piazza Madonnina. Si discute del passato di Battipaglia e sono convinta che una città senza storia è una città senza anima. Il problema economico, in questo momento, è essenziale per programmare una riqualificazione della De Amicis; se non vi saranno finanziamenti privati è impensabile che l’ente possa caricarsi una spesa per il suo recupero”. Il leader del movimento civico #perunnuovoinizio, Vincenzo Inverso, più o meno è sulle stesse posizioni degli altri avversari politici. “ Cercheremo di salvaguardare la facciata principale dello storico istituto, mentre per la parte posteriore si potrebbe ipotizzare la realizzazione di un parcheggio interrato a due piani e quella di un anfiteatro all’aperto, con un’apertura su piazza Rago. Prima di parlare di progetti, bisogna trovare i fondi, escludo che l’ente abbia la forza di finanziare un’opera di così costosa. E’necessario coinvolgere i privati, attraverso progetti di finanza. Non escludo che in corso d’opera potrebbero esserci opere di abbattimento”- conclude Inverso-.

Una cosa appare chiara: i parcheggi si faranno, a finanziarli sarà un privato e molto probabilmente parte della De Amicis andrà demolita.

Rosario Galdi

Vota il tuo candidato
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
Totale dei voti:
Primo voto:
Ultimo voto:
 
Powered by Sexy Polling
 

Gerardo Motta “Conserverò la De Amicis, abbatterò solo le ali laterali”

eradigitale battipaglia1929

Battipaglia. Ritorniamo indietro di due domeniche, quando il candidato a sindaco Gerardo Motta, dichiarò che la scuola “E.De Amicis” deve essere abbattuta per dare spazio a parcheggi interrati e all’edilizia pubblica. Atto dovuto per dare ossigeno al commercio battipagliese, attraverso servizi indispensabili per il rilancio del territorio. In una nota oggi Motta precisa – “Non vorrei che si fraintendesse quello che ho detto in quella circostanza. Quando parlo di abbattere, mi riferisco alledue ali laterali che ad oggi sono inutilizzatee che occupano uno spazio che potrebbe essere ottimizzato: parcheggi interrati e teatro pubblico. Quelle scuole sono un simbolo ma dobbiamo guardare avanti -continua- Battipaglia torna grande se riusciamo a valorizzare il meglio della nostra terra, partendo dal centro cittadino con coraggio e partecipazione. Proprio per questo presenteremo un progetto alla città, cosi i cittadini potranno decidere per un’opera fondamentale per le future generazioni”. Battipaglia è alle prese con diverse problematiche che hanno bisogno di trovare risposte certe. Tra queste figura anche e soprattutto la scuola Edmondo De Amicis: “Da sempre rappresenta un simbolo per intere generazioni di battipagliesi che l’hanno frequentata e vissuta fin dalle tenere età, è doveroso salvaguardarla”– conclude Gerardo Motta -.

Rosario Galdi

Vota il tuo candidato
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
Totale dei voti:
Primo voto:
Ultimo voto:
 
Powered by Sexy Polling
 

Battipaglia, alla "De Amicis" seminario sul Cyberbullismo

L’organizzazione di volontariato "Orizzonte Comune" rappresentata dalla dott.ssa Stefania Greco, terrà sabato 14 Novembre terrà presso la Scuola "E. De Amicis"di Battipaglia un seminario sul "Cyberbullismo e i rischi dei social network". Il cyberbullismo (cyberbullying) è il termine coniato dall'insegnante canadese Bill Belsey. indica il bullismo telematico che avviene tra minorenni. Come il bullismo nella vita reale, il cyberbullismo può a volte costituire una violazione del Codice civile e del Codice penale e, per quanto riguarda l'ordinamento italiano, del Codice della Privacy (D.Lgs 196 del 2003). Oggi il 34% del bullismo è online, in chat, quest'ultimo viene definito cyberbullismo. Pur presentandosi in forma diversa, anche quello su internet è bullismo: far circolare delle foto spiacevoli o inviare mail contenenti materiale offensivo può costituire un danno psicologico. La bella iniziativa dell' Associazione avrà inizio alle ore 9.30 e terminerà alle ore 12.00. Docenti esperti come l'Isp. Capo della Polizia Postale di Salerno, Antonio Buglione e Roberta Manzo, verranno a Battipaglia per illustrarci i modi e gli strumenti per tutelare noi e i nostri figli dai rischi che si celano dietro l'utilizzo improprio di internet. Le conclusioni saranno a cura della Pedagogista Dott.ssa Olga Bruno. Modera: Adriana Volzone. Completamete gratuite le iscrizioni per la partecipazione, i posti a disposizione saranno: 30 per i genitori e 30 per i figli di età compresa tra 8 - 14 anni. Le iscrizioni possono essere effettuate tramite messaggio privato sulla paglina Facebbok della dott.essa Stefania Greco, sia su quello della pagina di Orizzonte Comune, oppure contattando il numero: 3711538068. A termine del Seminario, Orizzonte Comune consegnerà a tutti i partecipanti un attestato di partecipazione.

 

Sottoscrivi questo feed RSS

Battipaglia