CONTATTACI OK

Arrestato 32enne dello Sri Lanka per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e rapina

Nell' ambito degli ordinari servizi di controllo del territorio per la prevenzione e repressione dei reati in genere, personale dell'Ufficio Prevenzione Generale - Sezione Volanti - diretto dal Vice Questore Aggiunto  Dott.ssa Rossana TRIMARCO, lunedì, 16 maggio 2017, procedeva all'arresto del cittadino dello Sri Lanka, R.M.S., di anni 32, per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e rapina, reati commessi nei confronti della moglie, anch'essa dello Sri Lanka, e del figlio di anni due. L’operazione scaturiva da una telefonata anonima pervenuta al numero unico d'emergenza '112', che segnalava una lite in ambito familiare. Gli agenti intervenuti potevano cosi constatare la presenza di una donna della Sri Lanka, regolarmente soggiornante in Italia, con un bambino in braccio all’esterno della sua abitazione ,in via Duca Ruggiero, zona centro storico. La donna, che presentava evidenti segni di percosse, era stata messa con violenza in strada dal marito, R.M.S., suo connazionale, allontanatosi dal posto . Il perentorio intervento consentiva di prestare i primi soccorsi alla donna e di raccogliere dalla stessa le descrizioni del marito violento, che risultavano fondamentali per la sua individuazione. L'uomo, ancora in preda ad uno stato di agitazione, veniva rintracciato  in via Porta di Mare e condotto presso gli uffici della Sezione Volanti . La formalizzazione della denuncia della donna, intanto curata dai sanitari del locale nosocomio, consentiva agli operatori di delineare, a carico di R.M.S., un quadro probatorio nel quale andavano ad inserirsi i reati di maltrattamenti in famiglia lesioni personali e rapina, quest'ultimo delitto consumatosi quando sottraeva alla donna il suo telefono cellulare nel chiaro intento di impedirle di allertare i soccorsi per sottrarsi alle violenze e allo stato di sottomissione cui l'aveva ridotta il marito. Dopo le formalità giuridiche, R.M.S., veniva quindi tratto in arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Salerno Fuorni.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non รจ permesso.

Battipaglia