CONTATTACI OK

battipagliese. Forza presidente adesso non mollare… l’opinione di Andrea Laganà

  • Scritto da Andrea Laganà
  • Pubblicato in Sport
  • 0 commenti

Ho avuto il piacere di conoscere Mario Palmentieri due anni fa. Seguivo per “Il Mattino” il Real Pontecagnano in Promozione, squadra di cui Palmentieri era presidente. Da subito ebbi l’impressione di una persona passionale. Ma quando dico “passionale” intendo dire appassionata a quello che stava facendo, innamorata del calcio. L’anno scorso, poi, quando è diventato presidente della Battipagliese, il direttore sportivo Carmine Guariglia mi ha voluto nella “famiglia” bianconera e Palmentieri non ha fatto altro che confermare le prime impressioni che mi ero fatto su di lui. Mai ho visto una persona fare calcio senza apparenti scopi di lucro. Qui a Battipaglia sono giunti sempre avventori che hanno fatto calcio con la speranza di raccogliere voti per elezioni comunali o provinciali o regionali, costruire palazzi, raccogliere sponsorizzazioni cittadine ed “europee” per poi sparire. Uno, massimo due anni di calcio e poi via. Spariti, morti. Palmentieri è arrivato in punta di piedi (anche se la sua presenza fisica non glielo permetterebbe), timidamente. Ha messo su il suo progetto, la sua idea di fare calcio. Ha sbagliato, è vero, ha fatto qualche errore in questi due anni ma sempre in buona fede. Dopotutto solo chi non fa, non sbaglia. Riconfermare Tudisco dopo la sconfitta del play off col Cervinara è stato un errore. Smantellare completamente la buona squadra della passata stagione è stato un errore. Ma ha ragionato solo ed esclusivamente di testa sua, senza alcun tipo di infiltrazione esterna. Ma adesso che ha sbagliato cosa vogliamo fare? Metterlo in croce? Non serve. La maggior parte degli sponsor che erano al suo fianco l’anno scorso sono improvvisamente evaporati. Il Comune è sempre stato col fiato sul collo per avere i pagamenti (spesso anche in anticipo) delle rette del “Pastena” dando in cambio “zero servizi”. Tutto il pallone che sta facendo lo sta facendo solo ed esclusivamente a sue spese e della sua famiglia (insieme a 2-3 amici “sponsor” rimasti). A inizio stagione ha fatto un investimento importante (e non parliamo di spicci) quale quello di comprare un centro sportivo dove far crescere e maturare il settore giovanile. Chi presidente ha mai fatto una cosa del genere? Siamo così convinti che fuori alla porta di casa ci sia la fila di persone pronte ad investire nel calcio a Battipaglia? Io non credo proprio…Ed è proprio in questo momento, quello più delicato della sua gestione, il più difficile, che bisogna stringersi vicino a lui e a Pasquale Santosuosso. Volendo oppure non dovranno, saranno loro due a tirarci via da questo momento particolare. Dobbiamo solo fidarci, tutto qua. E allora forza presidente, ora, proprio ora è il momento di non mollare!
P.S. Tatanka ha rassegnato le dimissioni. Nessuno sentirà la sua nostalgia. Ciao.

e-max.it: your social media marketing partner

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Battipaglia