mariano

Battipaglia. Tozzi :" Non voglio piú essere responsabile di quello che viene fatto o non fatto in questa città ".

“Dignità e correttezza hanno sempre ispirato il mio modo di fare politica, e sono proprio questi due concetti ad avermi spinto a lasciare il ruolo di vice sindaco del Comune di Battipaglia”. Esordisce così il dottore Ugo Tozzi, a pochi giorni dalle dimissioni in blocco del gruppo che a lui ha fatto capo a partire dalle elezioni comunali del 2017 e che vedeva insieme a lui Michele Gioia, Francesca Napoli e Laura Toriello assessori del comune di Battipaglia. 
“Il perché di questa scelta, sofferta come tutte le scelte che si operano, è chiaro a tutti, e non accetto si millanti su spartenze di poltrone, nomi e numeri di assessori. Come è stato costantemente ribadito dalla sindaca e dalla maggioranza nel corso di questi due anni, e come è stata dichiarato a chiare lettere nel corso dell’ultima riunione di maggioranza alla presenza dei responsabili dei partiti, il vero male di questa amministrazione era il sottoscritto e il gruppo che mi rappresentava. Si è detto che la maggioranza era in fibrillazione perché la nostra presenza era ingombrante, che la sindaca avrebbe vinto le elezioni anche senza il nostro apporto, che la mia figura era in competizione, perché alternativa, a quella del primo cittadini: ebbene di fronte a questa posizione io coerentemente e con responsabilità non ho potuto fare altro che liberare il Comune dalla nostra presenza. Non abbiamo messo in crisi nessuna amministrazione, la sindaca ha la sua maggioranza, possono governare. Ma io non voglio più essere responsabile di tutto quello che viene fatto o non fatto in questa città. La mia dignità e il mio non essere attaccato alla poltrona mi hanno costretto a prendere questa decisione: e per rispetto nei confronti della città (che non deve paralizzarsi a causa, a detta loro, della nostra presenza in giunta) e dei seimila elettori che hanno votato Francese al turno di ballottaggio perché gliel’ho chiesto dai palchi e glielo hanno chiesto i miei candidati, ho dovuto rassegnare le dimissioni. Avevamo sottoscritto un patto, un patto che non era legato alle poltrone (io ho lasciato il ruolo di consigliere comunale per entrare in giunta, per scelta della sindaca, perché insieme, diceva,  saremmo stati più forti), ma una patto che ci voleva vedere insieme, con pari dignità nel governo della città, per cercare di fare bene: avevamo una idea molto simile di governo del territorio, di politica perbene, di politica etica: se a distanza di due anni per la sindaca il nostro apporto è stato pari a zero perché avrebbe vinto anche senza di noi, e se l’accordo che doveva dare forza al governo del territorio si è trasformato nel legaccio di questa amministrazione per non fare le cose che deve, allora noi siamo obbligati a rassegnare le dimissioni, per rispetto della gente che ci ha votato, per rispetto di quella gente che ha votato la Francese, e per rispetto del resto della popolazione. Questa è la verità. Poi per parlare di accordi presi e non rispettati, di cose fatte e non fatte e di tante altre cose che sono accadute in questi due anni ci sarà molto tempo: il dato di fatto è che, dopo aver sentitamente ringraziato coloro che con me hanno abbandonato le loro famiglie e le loro professioni per mettersi a disposizione del bene della città, e mi riferisco a Michele Gioia a Francesca Napoli e a Laura Toriello, io faccio un passo indietro. A rappresentare la coalizione di Tozzi resta il consigliere Gemma Caprino, che porta l’onere e l’onore di rappresentare non solo i suoi elettori ma i seimila voti che insieme abbiamo raccolto alle precedenti elezioni amministrative”. 
 
e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Liberato Pumpo:" La sicurezza e i valori di prossimità fanno parte del nostro dna politico ".

 
Liberato Pumpo, coordinatore cittadino di Fratelli d' Italia, sottolinea l'importanza della sicurezza nella città di Battipaglia: " Il nostro dna politico parla di sicurezza e valori di prossimità. E non è un caso che gli assessori espressione della nostra parte politica - il vice sindaco Ugo Tozzi con la sua delega alla polizia municipale e l’assessore Gioia con le sue deleghe sul sociale- hanno improntato la loro azione politiche nella direzione della sicurezza. La video sorveglianza nello specifico è’ stata impegno prioritario del nostro gruppo onorato dal vice sindaco in ogni giorno di mandato svolto fino ad oggi. Grazie alla collaborazione con tecnici e dirigenti comunali e alla volontà della sindaca Francese che ha ritenuto prioritario questo argomento come tutti noi, l’amministrazione è’ pronta per sottoscrivere il Patto e non solo. È’ già stato studiato il fabbisogno di telecamere in città e la loro allocazione oltre all’aggiornamento dei programmi che sono necessari per far funzionare la video sorveglianza e per la loro gestione, ci meraviglia molto che proprio la sinistra si impegni così tanto su una tematica così evidentemente di destra, ma si sa ormai pur di dire che si è fatto qualcosa meglio cavalcare ciò che già bolle in pentola piuttosto che lavorare su cose nuove e necessarie".
 
e-max.it: your social media marketing partner

Tozzi a De Luca:" Meglio quando non parla. Impari a rispettare la gente"

“Se non si stesse discutendo della salute e della salubrità della mia città dovrei quasi sentirmi lusingato di tanta importanza. – esordisce così il vicesindaco di Battipaglia nonché commissario provinciale di Fratelli d’Italia Ugo Tozzi dopo aver letto le dichiarazioni del governatore De Luca. “Ho trovato incresciose e irrispettose per una intera comunità quelle dichiarazioni: finalmente il governatore ha deciso di rispondere alle tante richieste che anche io personalmente gli ho rivolto dai giornali più volte, ma visto quanto detto avrebbe fatto meglio a stare zitto. Ma ormai è noto: la megalomania di De Luca gli rende impossibile anche la strategia politica. Da dove vogliamo iniziare? Dall’impianto di compostaggio di Salerno da De Luca tanto decantato ieri? Si tratta dello stesso impianto che il presidente dell’Autorità anticorruzione Raffaele Cantone ha definito inutile perchè non recupera materia, non produce compost e non produce biogas? Lo stesso impianto che non puzza né odora perché in realtà non funziona? E’ questo l’impianto che noi battipagliesi dovremmo tenere presente e andare a visitare come se portassimo i nostri figli a fare un gita fuori porta?”. Prosegue il dottore Tozzi rispondendo punto per punto al governatore De Luca “e’ l’impianto di Eboli che puzza? Lo andasse a dire al sindaco di Eboli, o lo venisse a dire ai tanti cittadini ebolitani che giovedì erano in piazza insieme a noi: De Luca non ha compreso bene che il topolino che pensava di partorire è diventato un mostro. Questa comunità, l’intera comunità della piana del Sele, a sud della sua Salerno, non ci sta più ad essere considerata l’ultima ruota del carro. Si è stancata di avvilupparsi in lotte intestine di campanilismo ed è scesa in piazza compatta per dare un primo segnale forte alla giunta di centrosinistra: noi ci siamo, noi lottiamo, noi non siamo disposti ad accettare ancora decisioni calate dall’alto che ledono i nostri diritti, la nostra dignità, la speranza dei nostri figli di avere un futuro in queste zone. De Luca e i suo colleghi è bene che capiscano finalmente che questo territorio non si lascerà più dividere da personalismi e lotte di campanile, questo territorio avrà la forza di opporsi in tutte le maniere possibile alla realizzazione di scelte scellerate. Sono davvero lusingato che il despota campano pensi che io abbia portato i giovani in piazza ma ha fatto un errore di valutazione molto grande: io ero in piazza con i giovani, con l’amministrazione comunale, con il comitato, con gli imprenditori, con gli agricoltori a protestare. Io sono un cittadino battipagliese e come tale ero in piazza. La politica la strumentalizzano da decenni uomini come De Luca, uomini che sono abituati e alle parole roboanti verso le fasce più deboli di una comunità, quelli che si riempiono la bocca di problematiche come il lavorio, l’integrazione, la meritocrazia e che poi una volta arrivati nelle stanze dee bottoni dimenticano tutto. Questa comunità lo ha votato e questa comunità è scesa in piazza per lanciare un grido d’allarme, ed io con lei: De Luca ha risposto fregandosene di quanto gli abbiamo urlato, irridendoci e riducendo tutto a ‘Tozzi li ha portati in piazza perche si deve candidare’ e questo è lo schiaffo più violento che il governatore poteva dare al comitato di protesta, a Battipaglia, a Olevano a Eboli e a tutti i cittadini che sono scesi in piazza. Signor Governatore - conclude Tozzi rivolgendosi direttamente a De Luca - questa è la gente della piana del Sele che lei non conosce e che da oggi in poi e’ bene che impari a rispettare.”

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Tozzi a Forza Italia: "Sono perplesso, attaccano me e invocano l'unità del centrodestra?"

Non tarda ad arrivare la risposta del vice sindaco Ugo Tozzi all'attacco dei Forzisti :"Mi ha molto meravigliato l'intervento del gruppo consiliare di Forza Italia nei miei confronti. Rimango abbastanza perplesso: come si può attaccare Ugo tozzi e nel contempo inneggiare alla unità del centrodestra? Vogliamo fingere di non ricordare la storia appena passata, fingere di non sapere che purché non fossi io a rappresentare il centrodestra alle scorse amministrative forza Italia e rivoluzione cristiano scelsero strade alternative? Ma tant'è, oggi ci si trova insieme al governo della città, e purtroppo questa circostanza mi sembra sia poco chiara per gli amici di Forza Italia, che continuano a mettere avanti le questioni personali a scapito dell'unità e del governo sereno del territorio. Mentre il sottoscritto si impegna, davanti e soprattutto dietro le quinte per cercare di far fronte ai mille problemi di questa città, al fianco della nostra sindaca Cecilia francese e con l'obiettivo di creare una forza politica di coalizione, gli altri si affidano al classico, trito e usato, "inciucio".L'occasione comunque è giusta per ribadire il mio massimo impegno affinché si creino le condizioni, ognuno per i propri ruoli e le proprie competenze e responsabilità, per l'unità del centro destra, auspicata tanto a Battipaglia quanto in tutta l'Italia".

e-max.it: your social media marketing partner
Sottoscrivi questo feed RSS

Battipaglia