CONTATTACI

Salerno. Infermiere sottrae alimenti e farmaci, denunciato per peculato

Nella mattinata di ieri, personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato Sezionale Torrione, in servizio presso l’Ufficio di Polizia presso l’Ospedale S. Giovanni di Dio e Ruggi di Aragona, ha proceduto al deferimento all’Autorità giudiziaria, in stato di libertà, di un infermiere professionale 55enne, in servizio presso la suddetta struttura ospedaliera, ritenuto responsabile del reato di peculato. Era da tempo che i poliziotti avevano ricevuto notizia e stavano indagando sulla sparizione di farmaci e generi alimentari (latte, fette biscottate, succhi ecc., destinati ai degenti) dal pronto soccorso. In effetti, si era notato che a fronte dei 15 / 20 degenti in Pronto Soccorso, in diverse circostanze venivano richiesti 40 / 50 colazioni, ingenerando il sospetto che la metà circa degli alimenti potesse essere asportata per fini illeciti. Nella mattinata di ieri, una poliziotta in servizio presso l’Ufficio di Polizia dell’Ospedale, nel transitare nel corridoio riservato al personale medico e paramedico, ha incrociato un infermiere, poi identificato per un 55enne, già noto per precedenti penali a suo carico, il quale trasportava una borsa in cellophane che conteneva beni di consumo. L’agente ha bloccato l'infermiere facendogli vuotare la busta dal cui interno uscivano oltre che i cennati alimenti, anche due confezioni di farmaci. Entrambi i prodotti farmaceutici riportavano la dicitura "Confezione Ospedaliera". La poliziotta ha accertato che tali medicinali erano stati prelevati da un carrello chirurgico. A seguito della perquisizione dell'armadio dell’ infermiere in questione, l’agente ha trovato, inoltre, un accesso venoso e tre fiale di antidolorifico, anche questi illecitamente detenuti. Il 55enne, pertanto, è stato denunciato a piede libero per peculato ed i farmaci, insieme ai generi alimentari, sono stati restituiti al Pronto Soccorso.

Salerno. Arrestato Alessandro Vacchiano per tentato furto

Nel pomeriggio di ieri, il personale della Polizia della Questura di Salerno, è intervenuto in Via San Leonardo, all’altezza dell’Ospedale, dove era stato segnalato un tentativo di furto di un’autovettura.

I poliziotti, giunti immediatamente sul posto, hanno individuato un uomo che corrispondeva alle caratteristiche somatiche indicate dal segnalante e che aveva una mano insanguinata.
Gli agenti, inoltre, hanno individuato l’autovettura oggetto del tentativo di furto constatando che presentava il finestrino rotto, con il vetro in frantumi, ed appurando che il soggetto fermato si era presumibilmente procurato la lesione alla mano proprio nel corso della commissione del reato.
L’uomo, identificato per Alessandro Vacchiano, salernitano di anni 38, è stato pertanto arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, perché ritenuto responsabile di tentato furto aggravato di autovettura.

 

Salerno. Premio Charlot XXIX edizione a luglio e agosto 2017

40 anni fa morivà Charlie Chaplin
In Svizzera inaugurato il museo dedicato al grande Charlot
Da giugno Tortora inizia il tour di presentazione del libro “Vita dartista”
A luglio parte la XXIX edizione del Premio a lui dedicato ospitato allArena del Mare Salerno

Il 16 Aprile 2017 giorno di Pasqua si è inaugurato in Svizzera a Vevey il museo dedicato a Charlie Chaplin Il luogo scelto e stato lo stesso dove ha vissuto gli ultimi trent'anni della sua vita presso il castello Manoir de Ban oggi acquistato dal comune di Vevey e diventato museo del più grande artista del 900 Charlie Chaplin .Il 16 Aprile del 1889 nacque questo straordinario artista a Londra La sua carriera lo portò prima in tutta Europa e poi in America dove divenne il grande Charlot Ripudiato per motivi politici fu costretto suo malgrado a ritornare in Inghilterra per poi scegliere la Svizzera che oggi lo ricorda così A Salerno la celebrazione del quarantennale dalla sua dipartita sarà ricordata nella XXIX edizione del premio Charlot con momenti particolari che vedranno la presenza del figlio Eugene e dei nipoti del grande Chaplin. Sarà inoltre pubblicato il libro Charlot Vita d'artista scritto da Claudio Tortora con traduzione in inglese edito da LFA publischer di Lello Lucignano che sarà presentato a Napoli con il coordinamento di Francesco Grillo il 9 giugno, a Spoleto il 23 Settembre, ed a Francoforte alla fiera internazionale del libro il 16 Ottobre

Si appropria di un carico di frutta, denunciato camionista

La Sezione Volanti della Questura di Salerno, su richiesta della locale Capitaneria di Porto, è intervenuto in via Ligea, nel parcheggio antistante il Varco Ponente del Porto Commerciale di Salerno, dove era stata segnalata la sottrazione di un carico di frutta da un tir. Sul posto è stato individuato un complesso veicolare composto da matrice e semirimorchio di proprietà di una ditta di trasporti della Provincia di Catania, il cui responsabile si era allarmato per la condotta sospetta tenuta dal conducente del veicolo, che stava trasportando n°26 bancali di mele caricati a Trento e diretti in Sicilia. Il complesso veicolare veniva rinvenuto privo del carico, e con le relative chiavi poggiate sul sediolino anteriore. L'autista non era presente sul posto e, solo a seguito di tempestive indagini espletate dagli Operatori, veniva rintracciato in un hotel di Sarno (SA). Accompagnato in questi Uffici, il conducente del veicolo non dava una ragionevole spiegazione della condotta da lui tenuta, per cui veniva indagato per appropriazione indebita del carico di frutta, una volta ricevuta la denuncia/querela del responsabile della ditta di trasporto. Nelle fasi della sua perquisizione personale veniva rinvenuta la somma di denaro di 3.800,00 euro, sottoposta a sequestro penale in quanto ritenuta provento dell'illecita cessione del carico di merce da lui trasportata a persone non identificate.

Arrestato 32enne salernitano. Trasportava oltre mezzo chilo di marijuana

E’ stato arrestato dalla Polstrada L.S., 32enne di Salerno, fermato sull’autostrada Salerno – Reggio Calabria a bordo della sua auto con oltre mezzo chilo di marijuana.
Gli agenti, dopo il fermo sull’arteria nel territorio del comune di Marzi (Cosenza), insospettiti dal comportamento del giovane, hanno proceduto al controllo dell’auto scovando, nella parte sottostante della carrozzeria, dove era stato saldamente fissato, un involucro di cellophane contenente droga per un totale di 570 grammi. Dal quantitativo di stupefacente trovato si sarebbero potute ricavare 1.533 dosi. Rinvenuti anche, all’interno di un giubbino di proprietà di L.S. un coltello a serramanico e nel bagagliaio una mazza da baseball in ferro. 

Salerno.Venerdì 7 Aprile seminario sul tema “La prova scientifica nel processo civile e penale”

Salerno: L’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno, con gli onorevoli patrocini della Provincia di Salerno, dell’Ordine degli avvocati di Salerno e dell’AGI (Associazione Grafologica Italiana), presenta il Seminario sul tema “La prova scientifica nel processo civile e penale.“ Venerdì 7 Aprile 2017, dalle ore 15:30 – 18:30, nell’Aula Consiliare di Palazzo Sant’Agostino – sede della Provincia di Salerno.

L’interessantissimo argomento vedrà come moderatore della serata l’Avv. Pasquale D’Aiuto, professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno. Co-Fondatore e Segretario dell’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno.
Dopo i saluti alle autorità, l’introduzione al tema sarà a cura dell’Avv. Gianluca D’Aiuto, Professionista iscritto al Foro di Vallo della Lucania. Il primo argomento della serata sarà presentato da un grande esperto in materia grafologica usata a scopo scientifico, ossia il Dott. GIUSEPPE SANTORELLI, Perito grafico forense, Membro ordinario dell’Accademia Italiana Scienze Forensi nonché dell’Associazione Grafologica Italiana, cultore della materia criminalistica, che tratterà il tema: “Il problema della prova scientifica nel processo penale”. Si può definire la prova scientifica, qualsiasi sia il metodo che comporta, come un dispositivo tecnico scientifico atto alla ricostruzione del fatto storico. Prendendo il via da un fatto documentato, attraverso l’utilizzo di una legge scientifica, dimostra l'esistenza di un altro fatto, da provare, e quindi un fatto sconosciuto, rientrando nella tipologia della prova critica o indizio. Pur avendo un ruolo molto rilevante nel processo penale, evidenzia il rischio che il risultato probatorio che si ottiene attraverso l'espletamento della prova scientifica, abbia la caratteristica della verità, mentre in realtà non si deve fraintendere ritenendo che l'espressione scientifica racchiuda di per sé che il risultato dell'attività sia un risultato attendibile e che permetta di giungere alla certezza della ricostruzione del fatto.

Di certo anche a quanti conoscono le nuove tecniche investigative soltanto attraverso le serie televisive quali NCIS, Unità anticrimine, The Mentalist, R.I.S, Delitti imperfetti, Lie to Me e Crossing Jordan (nel mondo delle autopsie), appare chiaro che il mondo investigativo è molto cambiato nel tempo, per quanto riguarda i mezzi atti a raggiungere il fine della “verità”. Le investigazioni e la ricostruzione probatoria dei fatti, risulta attualmente perseguito utilizzando in numerosi casi le “nuove” prove scientifiche. Ricordiamo i test genetici del DNA, gli esami biologici, le analisi chimiche e tossicologiche, gli esami psicologici, le informazioni desumibili da studi epidemiologici, la grafologia, la ricostruzione della dinamica dell’evento mediante il computer, il metodo spettrografico di riconoscimento vocale (voice-print) e persino, in alcuni casi, la stilometria a merito della quale si ottiene il riconoscimento qualitativo dello stile letterario di una persona allo scopo di attribuire a questi un atto o una dichiarazione. Proprio per chiarire questi nuovi metodi di indagine il Dott. VINCENZO CAIAZZO, Colonnello dell’Arma dei Carabinieri, Comandante della Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Napoli parlerà de “La ricerca della prova scientifica nell’attività d’indagine”.
Ovviamente toccherà al magistrato fare da ago della bilancia in queste innovative possibilità e l’argomento verrà chiarito dal Dott. LUIGI LEVITA, Magistrato, che proporrà il suo intervento: “Il ruolo del giudice nel ventaglio delle ipotesi ricostruttive. La motivazione del metodo scientifico”.
Concluderà, con un differente punto di vista, il Dott. GIORGIO CARUSO, del Gruppo Cattolica Assicurazioni, Responsabile Rete fiduciari, il quale prospetterà la questione sotto il profilo de “Il problema del falso nel sistema assicurativo: analisi del fenomeno, nuovi strumenti, casi concreti, soluzioni adottate”. Appare evidente che l’organizzazione del convegno abbia tenuto conto dell’insieme delle problematiche, nell’intento di fornire un quadro totale quanto più definito possibile.
Come sempre accade per i convegni organizzati dall’Associazione, l’incontro varrà come attività formativa accreditata dal CNF ai fini della formazione professionale continua (n. 3 crediti), essendo libero e prevedendo l’identificazione e la firma in ingresso ed in uscita.

Salerno. Operazione Polizia Municipale per repressione ambulantato abusivo

Ieri pomeriggio la Polizia Municipale ha effettuato svariati controlli volti alla repressione della vendita abusiva da parte di ambulanti sul Lungomare Trieste. Nel corso dell’operazione sono stati effettuati vari sequestri, di cui due notificati e otto a carico di ignoti che al momento dei controlli sono scappati, lasciando la merce sul posto. Sono stati sequestrati: cappelli, scarpe da donna, chincaglieria (bracciali, orecchini, anelli, collane), magliette, quadretti artigianali, statuette artigianali, giocattoli vari.

Sottoscrivi questo feed RSS

Battipaglia