mariano

Minore tunisino trovato a bordo della motonave “Catania” dalla Polizia di Frontiera di Salerno.

Gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Polizia di Frontiera di Salerno, durante gli abituali controlli  nel corso delle operazioni di sbarco al porto di Salerno dei passeggeri della motonave “Catania” proveniente da Tunisi, nella serata del 29 giugno, hanno notato un minore aggirarsi solo ed impaurito sul ponte della nave appena attraccata. Immediatamente si avvicinavano al bambino nell’intento di rassicurarlo ed accertarsi delle sue condizioni. Dagli accertamenti effettuati nell’immediatezza, gli agenti appuravano trattarsi di un minore tunisino, dell’età apparente di circa dodici anni, che si era imbarcato clandestinamente a bordo della nave nascondendosi sotto un semirimorchio. Il bambino riferiva agli agenti che voleva raggiungere il proprio fratello, a suo dire, ospite di una comunità per minori di Palermo, e di non essere riuscito a scendere dalla nave in Sicilia. I poliziotti, dopo aver provveduto a fare rifocillare il minore ed a farlo visitare dal medico di bordo, su disposizione del Tribunale per i Minorenni di Salerno, lo affidavano a personale dei servizi sociali del Comune di Salerno che provvedeva alla sistemazione presso una locale struttura di accoglienza per minori. Le Autorità Consolari tunisine, opportunamente informate dell’accaduto, stanno attualmente verificando di concerto con le Autorità italiane la possibilità di riunire il gruppo familiare.

e-max.it: your social media marketing partner

Salerno. “CONCERTI D’ESTATE DI VILLA GUARIGLIA IN TOUR”

Lunedì 2 luglio, alle ore 11, nella sala giunta di Palazzo Sant’Agostino, sede della Provincia di Salerno, si terrà la conferenza stampa di presentazione della XXI edizione dei Concerti d’estate di Villa Guariglia. Ventitré sono quest’anno gli appuntamenti che Antonia Willburger del Cta di Salerno, ideatrice ed organizzatrice del festival, ha scelto per il cartellone. Concerti, presentazioni di libri, reading poetici, incontri dedicati al gusto con i prodotti tipici del territorio e poi i siti storici e rappresentativi di sette comuni del salernitano. Il tour dei concerti quest’anno partirà da Salerno per far tappa a Raito di Vietri sul Mare, Cetara, Minori, Cava de’ Tirreni, Baronissi e Sarno. Il titolo scelto è “Spasiba”, parola che in bielorusso significa “grazie” e che per il festival rappresenta il progetto di aiuto all’orfanotrofio di Zhodino in Bielorussia. Il taglio del nastro ci sarà giovedì 5 luglio, alle ore 21, nell’atrio del Duomo di Salerno con la “Lyre de Chene-Bougeries”, la banda filarmonica di Ginevra diretta dal M° Francesco Grassini. L’ingresso è libero. La ventunesima edizione dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia in Tour” è organizzata dal CTA di Salerno in collaborazione con la Provincia di Salerno, i Comuni di Salerno, Baronissi, Cava de’ Tirreni, Cetara, Minori e Sarno, la Coldiretti-Camera di Commercio, la Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, le ACLI provinciali di Salerno e l’Associazione Amici dei Concerti di Villa Guariglia. La Regione Campania ha messo il suo sigillo con il patrocinio morale. Anche quest’anno si conferma la stretta collaborazione con il Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno.

e-max.it: your social media marketing partner

Salerno. Emergenza rifiuti, la denuncia di Carlo Ceresoli sindacalista della Fiadel provinciale

Subito lo stipendio del mese di giugno. E’ la richiesta effettuata dai 24 lavoratori impegnati all’interno del cantiere di Baronissi per la raccolta dei rifiuti e spazzamento. A sostenere il sit-in di protesta pacifica è stato Carlo Ceresoli, sindacalista della Fiadel provinciale, che ha tenuto anche un’assemblea nel piazzale di via Carlo Alberto Della Chiesa, all’interno dell’isola ecologica. “Questi operai sono esasperati”, ha detto Ceresoli al termine dell’assemblea dove è stato proclamato lo stato d’agitazione. “La mancata erogazione dello stipendio è solo uno dei problemi che attanaglia le maestranze del cantiere di Baronissi. Non è possibile ricorrere, sistematicamente, al decreto ingiuntivo per vedersi conosciuto il Tfr dopo essere andati in pensione. Inoltre, le condizioni di sicurezza nel cantiere sono al minimo storico e i mezzi a disposizione non sono idonei. Infine, l’intervento dei carabinieri sulla gestione delle presenze all’interno del luogo di lavoro sta condizionando non poco l’operato degli operai. Su questo frangente sono state dette cose molto lontano dalla realtà che hanno addolorato tutti gli addetti al cantiere, creando un clima negativo nell’opinione pubblica”. Da qui, la richiesta ai vertici dell’azienda “L’Igiene Urbana” di Scafati, ditta che sei anni fa si è aggiudicata l’appalto a Baronissi, di rispettare il pagamento regolamentare delle ore di straordinario e l’adeguamento immediato dei mezzi di lavoro nonché delle misure di sicurezza nel cantiere.

e-max.it: your social media marketing partner

Lavori in Tangenziale, salernitani “intrappolati” in auto da mesi

"La decisione di aprire due cantieri, in direzione nord e sud, lungo la Tangenziale di Salerno nello stesso momento è stata scellerata. Inviterò personalmente il procuratore Corrado Lembo a verificare se siano state rispettate tutte le norme in materia di legge. I salernitani che si trovano in quel tratto di strada ogni mattina sono ormai intrappolati da più di un mese". Così Gigi Vicinanza, sindacalista della Cisal Salerno, contesta la gestione dei lavori lungo la Tnagenziale di Salerno da parte dell'Anas. "Il viadotto Cristoforo, quello per cui da Fratte ci si immette sulla Salerno-Reggio Calabria o consente di imboccare il raccordo per Avellino, è stato riaperto da poco, ma la situazione non cambia. I disagi, tra le 7 e le 11, sono immani per chi deve raggiungere la zona orientale della città. Vorremmo capire cosa ha pensato chi aveva il dovere di pianificare questi lavori e soprattutto comprendere se la tabella di marcia per il tratto in questione sia stata rispettata. E' da marzo che i cantieri sono aperti a Fratte e, augurandoci che il viadotto Cristoforo resti aperto, si prospetta un estate d'inferno per chi resterà in città e non andrà in vacanza. Troppo poco è garantire lo stop dei lavori durante l'esodo estivo, quando molte attività lavorative sono chiuse. Serve garantire operazioni su più turni, intensificare gli interventi nelle ore notturne. Nessuno vuole decidere cosa è meglio fare, ma l'Anas non può non tenere conto dei disagi di questi giorni. C'è chi, nonostante le "partenze intelligenti", arriva a lavoro con un'ora di ritardo". Da qui l'appello alla Procura a fare chiarezza: "Se ci sono responsabilità la magistratura deve accertarle", ha detto Vicinanza. "Nessun clima da caccia alle streghe, ma vedere paralizzata una città non credo sia una cosa degna per una società civile".

e-max.it: your social media marketing partner

Salerno. Bimbi & Bimbe in Ateneo 2018

Grande partecipazione per la seconda edizione di “Bimbi & Bimbe in Ateneo”.  Circa centocinquanta bambini sono approdati al campus di Fisciano, ospiti della manifestazione loro dedicata. L'iniziativa, promossa ogni anno dal Corriere della Sera/L’Economia, in collaborazione con il Dipartimento per le Politiche della Famiglia - Presidenza Consiglio dei Ministri,  con l'obiettivo di mostrare ai bambini e alle bambine il posto dove lavorano i propri genitori. L'Università di Salerno, unico ateneo in Campania, ha aderito anche quest’anno al progetto nazionale su iniziativa del CUG UNISA (Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni). La manifestazione rientra, infatti, nel Piano di azioni positive, volto a garantire le pari opportunità, a promuovere il benessere organizzativo e la conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro. L'evento è stato promosso in collaborazione con A.Di.S.U.R.C. - Azienda per Il Diritto allo Studio Universitario della Regione Campania. e G.S.I. - Gestione Servizi Integrati Srl. La configurazione strutturale del campus ha suggerito, per l’occasione, un programma articolato di eventi, ospitati in alcuni degli spazi-chiave dell’Ateneo (Piazza Rettorato, il Teatro, la Mensa), così da far conoscere ai piccoli ospiti i luoghi, le strutture e i servizi del posto di lavoro dei propri genitori, e far comprendere l’importanza della coesistenza tra le due sfere di vita: la famiglia e il lavoro. In apertura della giornata, i bambini sono stati coinvolti in attività didattico-laboratoriali presso il foyer del Teatro di Atene. A seguire, proprio in Teatro, dopo i saluti istituzionali del Rettore Aurelio Tommasetti e del Presidente CUG Maria Rosaria Pelizzari, sono entrati in scena i due robot antropomorfi NAO e PEPPER, programmati dal Dipartimento DIEM, per interagire con il giovane pubblico attraverso i linguaggi della musica e della danza. Subito dopo si è tenuta la rappresentazione della lettura-spettacolo tratta dal libro di narrazione per bambini "Prosciutti e uova verdi”, portata in scena dall’Associazione "Saremo Alberi". Al termine dello spettacolo, i protagonisti di “Bimbi & Bimbe in Ateneo” hanno passeggiato attraverso gli spazi verdi del Campus per raggiungere la Mensa, dove con un menù dedicato hanno potuto pranzare insieme ai loro genitori.

e-max.it: your social media marketing partner

Camera dei Deputati: il deputato salernitano Nicola Acunzo nominato in Commissione Cultura

“Inizia da oggi una fase in cui  intensificherò non solo il mio ascolto delle problematiche del mondo della cultura , ma farò ogni sforzo per promuovere i giovani di qualità, e ve ne sono tanti, che non hanno ancora avuto le giuste opportunità.” Lo ha dichiarato il deputato salernitano (eletto nel collegio di Battipaglia)  Nicola Acunzo, nominato componente della Commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera dei Deputati.
Acunzo parlando con la stampa a margine dell’insediamento della Commissione ha voluto subito ribadire il suo rinnovato impegno a favore del mondo dello spettacolo, da cui proviene, per aver maturato importanti esperienze nel teatro con la compagnia di Vincenzo Salemme, e nel cinema con maestri come Mario Monicelli e Michele Placido. “Mi impegnerò-  ha spiegato Acunzo- poi perché strutture in disuso o abbandonate trovino nuovi utilizzi e promuovano su tutto il territorio nazionale le arti dello spettacolo. Lavorerò con grande impegno perché la farraginosità, che governa anche questo mondo, trovi una idonea semplificazione. Altra priorità sarà quella di ricercare nuove risorse economiche che possano favorirne la crescita, con una ricaduta positiva sull’occupazione. L’Italia- sottolinea ancora Acunzo- ha una gloriosa tradizione soprattutto in campo teatrale e cinematografico, anche se un po’ appannata in questi ultimi anni, che va, quindi, rivitalizzata, recuperando quello spirito e quella identità tanto apprezzate all’estero. Sarò lieto, ha infine concluso, di collaborare con quanti vogliano partecipare con spirito positivo a questo progetto di rilancio.”

e-max.it: your social media marketing partner

Emergenza rifiuti a Salerno, la denuncia di Angelo Rispoli della Fiadel provinciale

"Subito un incontro in Prefettura per trovare una soluzione diversa da Ostaglio ed evitare che, in piena estate, Salerno si trovi a fare i conti un'emergenza sanitaria legata alla gestione dei rifiuti". E' il monito di Angelo Rispoli, segretario della Fiadel provinciale, che denuncia quanto sta accadendo nella città capoluogo sulla raccolta della spazzatura. "Nonostante tutti i provvedimenti attuati la storia si ripete: il sito di Ostaglio è saturo e i camion non possono scaricare altri rifiuti", ha continuato il sindacalista. Da qui, la richiesta ai vertici della prefettura di Salerno. "Sarebbe giusto convocare i sindacati di categoria e il presidente dell'Ente d'Ambito per poter approntare una strategia che ci porti a evitare il caos sanitario quando l'estate e le sue temperature entreranno nel vivo. La città non è sporca per colpa dei lavoratori e chi afferma questo dice il falso. Si provi a ragionare tutti insieme, trovando una soluzione condivisa, e non a sparare nel mucchio".

                                       

e-max.it: your social media marketing partner

Ispezioni negli ospedali salernitani del presidente della Regione Campania.

Ispezioni del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, negli ospedali di Salerno e Ravello. A chiederle è Mario Polichetti, sindacalista della Fials provinciale, che ha approvato l’iniziativa del Governatore di visitare, a sorpresa, i presidi del territorio provinciale. “Ho appreso con piacere la notizia del presidente De Luca impegnato, all’insaputa di medici e infermieri, in un tour improvvisato nei presidi di Nocera Inferiore e Pagani”, ha detto Polichetti. “Mi fa piacere che abbia potuto toccare con mano le carenze della sanità salernitana e credo che debba continuare in questo senso, perché solo “sul campo” si può comprendere davvero quello che non va. Ecco perché lo invito a venire, senza avvisare la direzione generale del “Ruggi”, a visitare gli ospedali di Salerno e Ravello. Si renderà conto che le denunce dei sindacati, con alcune che si trascinano ormai avanti da anni, non sono pretestuose. Se le visite a sorpresa vogliono essere un modo per dimostrare la vicinanza ai professionisti che lavorano nella sanità e agli utenti ben venga. A Salerno e in Costiera amalfitana, infatti, ci si appresta a vivere un’estate particolare e questo lo diciamo da tempo”. Nessuna polemica da parte di Polichetti, ma solo un modo per aprire un confronto serio con la giunta regionale. “Non vogliamo segnalare nulla al governatore De Luca, vogliamo che se ne renda conto lui stesso in prima persona visitando i principali presidi ospedalieri dell’azienda “Ruggi”. Sin da subito, ovviamente, ci diciamo disponibili, come Fials, a offrire la nostra esperienza e la nostra consulenza se dovesse servire. Sicuramente non ce ne sarà bisogno, perché chi affianca De Luca è persona competente. Tuttavia, lo ribadiamo: quella delle ispezioni a sorpresa è la strada giusta. Non si fermi a Nocera Inferiore e Pagani”.

e-max.it: your social media marketing partner
Sottoscrivi questo feed RSS

Battipaglia