CONTATTACI OK

Battipaglia. Tozzi a Forza Italia: "Sono perplesso, attaccano me e invocano l'unità del centrodestra?"

Non tarda ad arrivare la risposta del vice sindaco Ugo Tozzi all'attacco dei Forzisti :"Mi ha molto meravigliato l'intervento del gruppo consiliare di Forza Italia nei miei confronti. Rimango abbastanza perplesso: come si può attaccare Ugo tozzi e nel contempo inneggiare alla unità del centrodestra? Vogliamo fingere di non ricordare la storia appena passata, fingere di non sapere che purché non fossi io a rappresentare il centrodestra alle scorse amministrative forza Italia e rivoluzione cristiano scelsero strade alternative? Ma tant'è, oggi ci si trova insieme al governo della città, e purtroppo questa circostanza mi sembra sia poco chiara per gli amici di Forza Italia, che continuano a mettere avanti le questioni personali a scapito dell'unità e del governo sereno del territorio. Mentre il sottoscritto si impegna, davanti e soprattutto dietro le quinte per cercare di far fronte ai mille problemi di questa città, al fianco della nostra sindaca Cecilia francese e con l'obiettivo di creare una forza politica di coalizione, gli altri si affidano al classico, trito e usato, "inciucio".L'occasione comunque è giusta per ribadire il mio massimo impegno affinché si creino le condizioni, ognuno per i propri ruoli e le proprie competenze e responsabilità, per l'unità del centro destra, auspicata tanto a Battipaglia quanto in tutta l'Italia".

e-max.it: your social media marketing partner

Eboli. I forzisti attaccano Cariello sul Referendum. "E' il trasformista di turno"

Dopo la dichiarazione del primo cittadino di Eboli – “ Voterò SI al prossimo Referendum del 4 dicembre” – non si fa attendere la risposta dei sostenitori del NO eburini. Il  Coordinamento Cittadino Forza Italia, il Coordinamento Cittadino Giuventù Ebolitana e ilCoordinamento Cittadino Eboli Avanti  intervengono, Con un comunicato stampa dove condannano aspramente la decisione di Cariello.

IL COMUNICATO

L'annuncio di Cariello che esorta a votare "SI" al referendum, era oramai un passaggio obbligato.
Ad accelerare l'uscita mediatica, è stata la figuraccia fatta dopo la tanto clamorosa quanto catastrofica esclusione di Eboli, in primis, dalle aree di crisi (voluta da De Luca), e dal "Programma Cultura" in secundis.

Erano mesi che oramai si erano persi i contatti con gli elettori che hanno garantito la sua elezione. Ci riferiamo al popolo di centro destra che aveva creduto ( tranne noi) alla favola di un candidato di chiara matrice rossa che per il bene della comunità era passato con il Psi di Caldoro.

Nessuna condivisione di valori, di programmi nè di ideali, bensì solo bramosia di potere guidata dal vento politico del momento.

Il tutto NOI lo avevamo previsto e per questo abbiamo fatto una campagna elettorale basata sulla "coerenza e sulla dignità", parole sconosciute all'attuale primo cittadino. Ricordiamo persone che, in fase di propaganda, avevano proclamato il loro sostegno elettorale in nome del vero uomo di centro destra; ricordiamo individui che spendevano il loro tempo a rilasciare interviste giornalistiche per elogiare la scelta fatta nell'alveo del centro destra; e, come dimenticare, gli pseudo " dissidenti" che lanciavano strali affinchè i nostri coordinatori provinciali abboccassero all'amo Cariellano.

E adesso i consiglieri comunali Guarracino, Masala, Merola, Marchesano, Lenza, Piegari, Presutto,   cosa faranno? Restano ancora coerenti con il loro manifestato CREDO POLITICO? Avranno il coraggio delle proprie azioni? Difficile credere che passeranno all'opposizione!: manca il coraggio ...manca l'acutezza del futuro, senza mai porsi la questione della sincerità politica!

Avrà il Vice Sindaco la coraggiosa consapevolezza di dover lasciare la SUA poltrona, in nome della propria appartenenza? o continuerà a rimanere in maggioranza come riferimento di minoranza ?

E quale sarà la reazione del nuovo Psi Provinciale al riguardo, visto che Caldoro si sta spendendo in prima persona per il "NO" referendario?

A queste domande risponderanno, se vorranno, i diretti interessati!

Noi continueremo, sulla via della coerenza, a spiegare le ragioni del "NO", a fare SANA opposizione con il nostro consigliere comunale Damiano Cardiello, contro questa mescolanza di scaltre volpi della, sempre più VECCHIA politica ebolitana."



e-max.it: your social media marketing partner

Il club Forza Silvio di Battipaglia ieri a Roma alla camera dei deputati

Stefania Greco, presidente del club Forza Silvio di Battipaglia "Margaret Thatcher ", ieri, su invito dal gruppo di Forza Italia è stata a Roma alla camera dei deputati per partecipare alla conferenza stampa sul tema della sicurezza nelle scuole. Alla conferenza, organizzata dagli onorevoli de Girolamo e Vito, la Greco accompagnata da una rappresentanza del Club ha consegnato le 500 firme raccolte a Battipaglia per l’istallazione della videosorveglianza negli asili. Il risultato del Club di Battipaglia non è passato inosservato all’On. Renato Brunetta, presidente del gruppo di Forza Italia e all'On. Gabriella Giammanco, prima firmataria della proposta di legge sulla videosorveglianza negli asili e nelle case per anziani, ponendolo l’accento nelle interviste in onda sui principali TG nazionali.  Infine, Stefania Greco si è incontrata con il Presidente nazionale dei Club Forza Silvio, in un clima di grande amicizia e vicinanza. 

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia: FI e Etica Del Buongoverno illustrano i punti programmatici

L'appuntamento è per domani, sabato 13 febbraio, alle ore 11 presso salotto comunale di Palazzo di Città a Battipaglia.Forza Italia ed il Movimento Etica per il buongoverno illustreranno le linee programmatiche e le iniziative comuni in vista delle elezioni amministrative. Presenti alla conferenza: Enzo Fasano, Franco Cardiello, Il coordinatore cittadino dei forzisti Giuseppe Provenza, Valentino Di Brizzi, Mimmo Di Giorgio, Lello Ciccone e Gigi Casciello per il partito di Berlusconi. Per il Movimento Etica del Buongoverno, sarà presente la presidente del movimento e candidata a sindaco  Cecilia Francese con  il segretario cittadino Gianluca Di Giovanni.

e-max.it: your social media marketing partner

Sicurezza a Battipaglia. Il progetto di Stefania Greco

Negli ultimi mesi in città, la questione della sicurezza urbana si è imposta all'attenzione dell'opinione pubblica e del dibattito politico. Ormai quotidianamente i giornali, le tv locali e i social ci propongono notizie che, direttamente o indirettamente  si riferiscono  al tema della sicurezza. Basti ricordare i recenti fatti accaduti in città: furti nelle abitazioni, estorsioni ed intimidazioni a danno di noti imprenditori locali, l'ordigno esploso davanti ad un'agenzia assicurativa in pieno centro e che solo per pura fortuna non ha causato ferimenti alle persone, e in ultimo la rapina a mano armata dell'altro giorno ad un negozio cittadino. Ciò ha fatto sì che la percezione della sicurezza fosse in questi ultimi giorni tra le principali fonti di preoccupazione dei cittadini battipagliesi. Ritengo che il problema della sicurezza urbana sia non solo un problema sociale ma soprattutto politico. Spetta alla politica risolverlo. E Forza Italia a Battipaglia  è  in prima linea e si fa portavoce delle istanze dei cittadini per affrontare il problema in pieno accordo con il nostro candidato sindaco, Cecilia Francese, proponendo assieme al suo movimento etica per il buon governo, strategie efficaci tese anche a rassicurare le ansie e le inquietudini dei cittadini, sempre più preoccupati anche a causa di un'eccessiva spettacolarizzazione dei reati da parte dei Media. E nelle nostre intenzioni quello di intensificare i compiti e le funzioni della Polizia locale ripristinando la polizia di prossimità che gioca un ruolo strategico soprattutto ai fini preventivi. Gli operatori di polizia locale conoscono il territorio, nel senso più penetrante del termine. Vivono e rilevano le tensioni di bassa intensità : intervengono in casi di disagio familiare, di evasione scolastica, si recano direttamente nelle case delle persone e possono notare anomalie. Il problema è veicolare le informazioni comprese quelle di scarso interesse ma di rilievo per la sicurezza. L'attività informativa informale, svolta dalla polizia di prossimità a livello locale, è una prima rete di prevenzione e di protezione contro tali atti criminosi.
Ben inteso, non spetta solo ed esclusivamente alla polizia locale intervenire, ma questi operatori in concerto con le altre forze dell'ordine presenti sul territorio possono giocare un ruolo strategico e fondamentale nella lotta al crimine

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Il PD risponde agli attacchi di Forza Italia

Il Partito Democratico ha fatto un grande sforzo di rinnovamento, con un congresso duro, votando ed eleggendo un gruppo dirigente rinnovato e un nuovo segretario. Uno rinnovamento per affrontare i problemi della città, un rinnovamento fatto con la democrazia, gli altri partiti non penso che possono dire lo stesso. Dal 1994 al 2009 la città è sempre stata governata da esponenti del Centro destra, basta leggere i nomi, vedere i volti: oggi si accusa dello scempio politico amministrativo il partito dei democratici: è a dir poco ridicolo.Nel 1994 e nel 1997 è stato eletto un sidaco di centro destra . Nelle elezioni del 2002 è stato eletto un altro sindaco sempre del centrodestra e  la stessa maggioranza che lo sosteneva lo mandò a casa anticipatamente.Nel 2007 fu eletto un sindaco sempre di centro destra, stessa solfa; pochi mesi e subito a casa lasciando Battipaglia in mano ai commissari. Alla faccia del buon governo di centro destra, 15 anni di amministrazione senza compiere un atto programmatico serio: mentre i problemi delle partecipate e ai conti del comune aumentavano e la nostra città perdeva tutte le occasioni di sviluppo. Bene è anche affrontare la vicenda Santomauro: l’ex sindaco, ache se è stato indicato come candidato sindaco, non è mai stato un tesserato del Partito democratico, e dopo le elezioni si era dichiarato di appartenere all’Udc, partito quest’ultimo della coalizione del centro destra (con all’interno anche Forza Italia), che al primo turno delle ultime amministrative aveva sostenuto il candidato sindaco Gerardo Motta. E’ bene, ricordare a chi pretende di dare lezioni, mistificando la realtà che la gran parte della loro coalizione passò in blocco a sostenere Santomauro non più del centro sinistra, venne eletto al ballottaggio sindaco di minoranza, ma bensì sostenuto da una coalizione senza contorni politici definiti, all’insegna del trasformismo. Smettiamola di strumentalizzare e di mistificare la realtà perché rischiamo soltanto di confondere le idee ai cittadini. Leggendo i nomi di chi ha fatto il consigliere, l’assessore dal 1994 ad oggi, vediamo sempre gli stessi nomi,le stesse figure e il risultato è sotto gli occhi di tutti, una città mortificata e svilita, che continua ad essere commissariata e dove nessun sindaco conclude un mandato. Io penso che questo sia uno dei tanti problemi e ragionare sul rinnovamento di chi sarà candidato a sindaco e a consigliere comunale è un tema fondamentale.Invece di sparare nel mucchio, riconoscendo che ognuno di noi ha una propria storia personale e se qualcuno ha sbagliato ha una responsabilità individuale, penso che dovremmo prendere un impegno serio per dare una nuova classe politica  a questa città. Fino a questo momento non ho ancora ascoltato una sola proposta di governo ma solo strumentali osservazioni finalizzate ad apparire. Noi continuiamo nella strada intrapresa affinchè ill consenso venga preso in modo serio e promuovendo una classe politica rinnovata e competente.

e-max.it: your social media marketing partner
Sottoscrivi questo feed RSS

Battipaglia