mariano

A Battipaglia il Masterplan della Fascia Costiera, così si muove “l’area vasta”

Rilancio di una vasta zona della Provincia di Salerno, occupazione, turismo, cambiare totalmente il volto di un territorio che da problema, può diventare opportunità. Di questo e di tanto altro si è parlato al Masterplan svoltosi nel municipio di Battipaglia, con la presenza di tre sindaci: Cecilia Francese, Giuseppe Lanzara e Massimo Cariello. Presente anche l’architetto ed ex assessore, Giampaolo Lambiase e il dirigente tecnico del comune battipagliese, Salerno.Trovare una precisa identità del Litorale: il focus di Lambiase “Si tratta di un programma che va concordato e studiato con tutti i comuni della costa. L’errore che si è fatto in questi anni è stato quello di non aver attivato dei colloqui tra le varie parti, lì dove c’è necessità di programmare e riqualificare una fascia costiera ampia quasi 40 chilometri“. Si tratta della dichiarazione di apertura dell’architetto Lambiase che ribadisce e chiede collaborazioni tra tutti i comuni costieri, da Salerno ad Agropoli, passando per Pontecagnano Faiano, Battipaglia ed Eboli. È stato sempre Lambiase a mostrare la bozza di una progettualità di diversi anni fa (aggiornata fino al 2013), ribadendo l’importanza di riprendere tale studio sull’intero litorale. Quello che chiede Lambiase è di pensare in primis “il tipo di turismo che si vuole imprimere sul territorio“, auspicando una sovrapposizione delle esigenze del territorio con la propria identità. Il turismo marittimo non può non presupporre anche l’agricoltura, che può essere intesa “come complemento dell’attrazione turistica.” Si può parlare, in questo caso, di innovazione e tradizione.

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia