mariano

Battipagliese e lo spirito di quel raccattapalle….l’opinione di Andrea Laganà

Tre partite, nove punti. Era questo l’incipit fino a domenica alle 14 e 55. Poi abbiamo visto la partita con il Faiano e ci riaggiorniamo con: tre partite, sette punti. Domenica mattina a Positano e mercoledì in casa con il Sant’Agnello ci si gioca una stagione intera. Non è utopia ma una semplicissima constatazione difficile da controbattere. Il Positano, però, è la squadra più forte, a mio modestissimo parere, tra quelle in lotta per i play out. Calciatori come Longobardi, Vallefuoco, Squitieri farebbero comodo anche a tantissime squadre che stanno lassù, ai piani alti, quasi in paradiso. Positano che poi fa del “De Sica” il suo fortino inespugnabile. Sarà una bella partita, ne sono sicuro. In dote, nel frattempo, dalla gara con il Faiano ci trasciniamo un agonismo enorme da parte dei ragazzi di Viscido. C’è una squadra che combatte, si sbatte, ci crede. Mi ha impressionato De Giorgi su tutti (bravi anche Consiglio e Manzo). Prima centrale difensivo, poi terzino a destra o a sinistra e infine interno di centrocampo nel secondo tempo arrembante della Battipagliese contro il Faiano. Proprio sui suoi piedi è arrivato quel pallone che poteva darci la vittoria. Niente, i piedi sono quelli di un difensore e si è visto. Palla in cielo e occasione sprecata. Ma a De Giorgi lo perdoniamo, a questi ragazzi li perdoniamo perché stanno sputando sangue ogni domenica. Gli va dato merito. A prescindere di come finirà questa maledetta stagione. Lo spirito di questa Battipagliese battagliera ed operaia è arrivato a contagiare anche quel raccattapalle dietro la porta. Ci avete fatto caso? L’avete visto voi? Proprio quando la Battipagliese premeva sull’acceleratore alla ricerca del gol del sorpasso, la palla è uscita sul fondo. Lui non ha perso tempo, ha preso il pallone che aveva tra i piedi e lo ha posizionato sul punto laterale dell’area di rigore piccolina per far battere velocemente Senatore, portiere del Faiano, che invece provava a perdere tempo. Che ci volete fare, a me questi gesti di attaccamento alla causa, di un romanticismo purissimo, mi fanno sempre piacere. Salviamoci: facciamolo per quel bambino…

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia