mariano

BATTIPAGLIESE, VOLESSIMO MOLLARE ADESSO?...l’opinione di Andrea Laganà

  • Scritto da Andrea Laganà
  • Pubblicato in BATTIPAGLIA

Domenica mattina ero stranamente ottimista. Non so perché. A testimonianza di ciò c’è un sms che ho inviato a Fabiano. “Vinciamo” gli ho detto. Lui stava per chiamare la neuro. Scherzi a parte, le sensazioni positive c’erano perché la storia di Davide che batte Golia ha sempre il suo fascino e poi perché quel campo sportivo a Sorrento mi rammenta sempre una delle emozioni sportive più belle di sempre. Peccato, ci siamo andati vicini, vicinissimi. Meritavamo almeno il pareggio e non è retorica questa ma una cruda verità. Ma la cruda verità non porta punti. Zero. Gli altri corrono: vincono, pareggiano, fanno punti. Noi no. Restiamo inchiodati a quella penultima posizione con tante paure e tanti dubbi. Eppure, stranamente, invece di farmi prendere dallo sconforto, mi sento stranamente ottimista. Ottimista perché non abbiamo una squadra da penultimo posto, non lo meritiamo. Lo abbiamo dimostrato a Sorrento contro la prima della classe. Lo dimostreremo anche domenica. C’è tempo, ci sarà tempo per i giudizi, i commenti, le accuse e tutto il resto. Ma quel tempo non è oggi, quel tempo non è adesso. Ora abbiamo il dovere morale e sentimentale di non mollare di un centimetro, di lottare su ogni pallone, su ogni contrasto. Metterci la testa, le gambe, il cuore, perderci un sopracciglio come ha fatto il “mio” capitano domenica scorsa. Domenica arrivano quelli che affacciano sul mare insieme a quello che fa le dirette su facebook. Hanno cambiato l’allenatore ma poco importa. Vengono a casa nostra e prima di andare via a mani piene dovranno chiedere il permesso, lottare, sudare e sputare sangue perché dall’altra parte ci sarà una maglia bianconera che pesa un quintale, ora come non mai. Volessimo mollare proprio adesso? Ma giura?!?

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia