Covid 19 al distretto, Zara: negativi gli esami sierologici

Battipaglia. “Potrebbe essere un falso positivo il contagiato Covid 19 del distretto sanitario 65”. E’ quanto afferma il dottor Fernando Zara, responsabile del servizio assistenza di base dopo i risultati degli esami sierologici fatti in una struttura pubblica. “Aspettiamo i risultati del secondo tampone che si ripeteranno dopo una settimana, ma gli esami sierologici, per verificare la reazione anticorpale al Covid 19 sono stati negativi. Pertanto, la loro assenza proverebbe che non vi sia stato alcun contagio, ipotesi che prende forma anche dal fatto che nessun al distretto sanitario sia stato contagiato, né alcun componente della famiglia del positivo al coronavirus”.  

  • BCC

Battipaglia. Covid 19 al distretto, la Cisl Fp denuncia: auto non sanificate

Rischio contagio al distretto sanitario 65, la denuncia della Cisl Funzione Pubblica. Piero Antonacchio segretario generale scrive al direttore Sanitario del D.S.B. 65,  al direttore Amministrativo, al direttore Generale ASL Salerno, al direttore Sanitario e al responsabile U.O.C. Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro.  Antonacchio, a seguito del contagio da Covid 19, nel distretto sanitario battipagliese denuncia una serie di criticità e soprattutto accusa i vertici di non aver accuratamente sanificato gli ambienti di lavoro.  “Auto utilizzate per servizio non sanificate e controlli superficiali hanno messo a rischio i lavoratori del distretto sanitario per cui un solo infetto asintomatico e che per ora sembrerebbe non aver contagiato altri operatori è solo un colpo di fortuna - dichiara Pietro Antonacchio segretario Generale della CISL FP di Salerno -. Speriamo che il segnale sia immediatamente declinato dalla dirigenza della struttura come un monito a fare meglio e di più  nell’immediato, anche alla luce del fatto che quasi tutti gli operatori della struttura sono rimasti al loro posto tentando di continuare ad essere il punto di riferimento di tutta la comunità battipagliese ed evitare di creare un senso di abbandono al loro destino per tutti gli utenti che hanno continuato ad usufruire delle prestazioni  indifferibili ed urgenti e che nel breve periodo potranno ricominciare a frequentare i servizi territoriali e ad usufruire delle prestazioni assistenziali necessarie”. 

  • BCC

Battipaglia. Alfredo Liguori prepara la sua candidatura a sindaco

Ad un anno dalla prossima competizione amministrativa si riaccendono i “motori elettorali”. Alfredo Liguori (nella foto): è pronto a scendere nuovamente in campo.Nei giorni scorsi ha rotto gli indugi dando ufficiosamente il via alla sua seconda candidatura a sindaco di Battipaglia.La prima nel 2002 lo portò a Palazzo di Città con la maglia di Forza Italia e la compagine del Popolo delle Libertà. Si è messo immediatamente a lavorare alla macchina organizzativa. Da poche ore ha registrato due simboli elettorali ed ha fatto l'esordio sui social con un profilo facebook.  Alfredino, come lo chiamano gli amici, 67 anni il prossimo 21 giugno, 4 figli, sposato con la preside Carmen Miranda, disputerà la sua ennessima "partita". Uomo della prima Repubblica ha ricoperto tutte le cariche comunali: dal consigliere comunale all'assessore, dal vice sindaco al sindaco. E' pronto a lanciare, dalla sua ultra ventennale esperienza, il guanto di sfida alla sindaca Cecilia Francese e a quanti si butterano nell'arena elettorale del 2021.  

  • BCC

VIVI@BATTIPAGLIA: positivo l'incontro con l'assessore al commercio

Problemi commercio, VIVI@BATTIPAGLIA incontra l’assessore al ramo Elia Frusciante. Presenti al confronto anche il dirigente del settore tecnico, Ing. Carmine Salerno e il consigliere comunale Egidio Mirra.  Appuntamento concordato per discutere alcune criticità. I punti affrontati sono stati: potenziamento impianto pubblica illuminazione in Piazza Aldo Moro e via Gramsci; organizzazione degli spazi destinati al food ed beverage, per il potenziamento delle attività e per la migliore fruizione degli spazi ai cittadini; riempimento vasca per rendere più fruibile piazza Aldo Moro; ripristino funzionamento dell'intera rete di videosorveglianza in città.  “Bisogna dire – ha dichiarato VIVIBATTIPAGLIA - che l'approccio da parte di chi rappresenta l'ente ci fa sperare in un'applicazione anche rapida di misure atte a ristrutturare e migliorare le condizioni attuali, obiettivamente non belle, degli spazi urbani”.

  • BCC

Elezioni regionali. Il Comitato tecnico scientifico indica il mese di settembre

L'effettuazione delle consultazioni elettorali all'inizio del mese di settembre rappresenta "la scelta più plausibile tra le diverse opzioni" messe sul tavolo dai ministri. E' quanto si legge in uno stralcio del verbale del Comitato tecnico scientifico sulle elezioni regionali 2020, trasmesso  dal governo ai membri della commissione Affari Costituzionali della Camera. Il Comitato tecnico scientifico consiglia di organizzare le consultazioni su due giornate di voto al fine di distribuire in maniera più omogenea la fruizione dei seggi elettorali ed evitare, in questo modo, eventuali picchi di affluenza. I ballottaggi, spiega il Comitato tecnico scientifico, potrebbero tenersi comunque entro il mese di settembre e anche questi potrebbero essere organizzati eventualmente su due giornate di voto.

  • BCC

Vincenzo De Luca ai giovani:lo Stato deve imporre regole

Mesi di chiusure, di relazioni interrotte hanno pesato su ognuno di noi. C'è voglia di uscire, di respirare.

Ma questa epidemia ha cambiato il mondo, la gerarchia dei valori, la sensibilità delle persone. E non potrà essere messa tra parentesi ma ci obbliga a qualche riflessione più di fondo.

Occorre abituarsi a pensare che nulla potrà tornare puramente e semplicemente come era prima.

Conviene allora pensare a forme di socializzazione all'insegna non più di una massificazione alienante, ma di una umanizzazione delle relazioni, di un rapporto più attento con l'ambiente, di una riscoperta dei valori di solidarietà. In questi anni abbiamo visto affermarsi troppo spesso modi di incontro tra i giovani segnati da uso di superalcolici, a volte droghe, al punto da perdere la stessa possibilità di comunicare, di parlarsi, di ascoltarsi.

C’è da augurarsi che i problemi di questi giorni siano anche per tutti un’occasione per riscoprire modi di incontro e di divertimento più semplicemente umani.

Detto questo, di fronte alle immagini notturne di violenze e di vandalismo – che nulla hanno a che fare con gli incontri giovanili – non riemerga il volto dell’Italia del “fare finta”. Lo Stato ha l’autorità e il dovere di imporre il rispetto delle regole e di garantire le norme di sicurezza”.

Il Presidente della Regione Campania

Vincenzo De Luca

  • BCC

Distanziamento sociale. Boccia: pronti 60 mila assistenti civici

Provvedimenti anti assembramento, il ministro Boccia dal suo profilo facebook annuncia 60.000 'assistenti civici'. Lo scopo del progetto è di aiutare i sindaci nel far rispettare le regole del distanziamento sociale. “L’intesa, sostiene il ministro Boccia, con Antonio Decaro (Anci) prevede la pubblicazione del bando online già in settimana. Per partecipare basterà compilare il form sul sito della Protezione civile. Il bando sarà rivolto a tutti i cittadini che desiderano svolgere attività di volontariato, con precedenza per inoccupati, per chi non ha vincoli lavorativi, anche percettori del reddito di cittadinanza o usufruisce di ammortizzatori sociali; saranno individuati su base volontaria, coordinati come sempre nell’emergenza dalla Protezione civile, che indicherà alle Regioni le disponibilità su tutto il territorio nazionale. Saranno impiegati direttamente dai sindaci per svolgere attività sociali indicate dal comune di appartenenza”.

  • BCC

Infrastrutture sociali, 300 milioni di euro per il Sud

Sbloccati i trecento milioni di euro del Fondo infrastrutture sociali per i Comuni del Sud. Con la presa d’atto della Conferenza Stato-Città, dopo un confronto essenziale con l’Anci, è arrivato il via libera al decreto che ripartisce 75 milioni annui, dal 2020 al 2023, direttamente alle amministrazioni locali del Mezzogiorno, privilegiando le città medie e piccole, per nuovi interventi, manutenzioni straordinarie, su scuole, strutture e residenze sanitarie, edilizia sociale, beni culturali, impianti sportivi, arredo urbano, verde pubblico, e altri ambiti della vita sociale. “Grazie a questi trecento milioni le amministrazioni locali potranno investire subito per garantire servizi sociali e spazi pubblici, anche con piccoli interventi che contribuiscono a rilanciare, soprattutto dopo la pandemia, l’economia locale e la qualità della vita” ha dichiarato il Ministro Provenzano, a margine dei lavori della Conferenza. “Il decreto mette al centro i Comuni, e finalmente riconosce risorse adeguate anche ai piccoli e piccolissimi per prendersi cura delle persone e delle comunità, in ragione delle fragilità troppo spesso ignorate da un’azione pubblica che non deve più fare parti eguali tra diseguali”. Il criterio di ripartizione è infatti inversamente proporzionale alla popolazione di riferimento, in modo da garantire anche a un comune di 500 abitanti un contributo totale di 32.000 euro (mentre un comune con popolazione maggiore di 250000 abitanti riceverà un contributo totale pari a 655.000 euro), relativamente maggiore in pro capite. Si abbandona il criterio storico di attribuzione delle risorse e si pone attenzione alle zone deboli del paese per offrire a tutti i cittadini le medesime opportunità. “Grazie a una collaborazione tra il sistema dei Comuni e il governo – ha dichiarato il presidente dell’Anci Antonio Decaro (nella foto) – questo fondo potrà incidere su territori che hanno maggiori bisogni, come i centri piccoli e medi del Sud, e soprattutto in un settore che, mai come ora, ha esigenza di cure, quello del sociale: scuole, verde pubblico,  impianti sportivi, arredo urbano, edilizia sociale potranno godere di interventi piccoli e grandi spesso indispensabili e urgenti. I Comuni sono ottomila centri di spesa diffusi su tutto il territorio. Ogni risorsa che ci viene affidata per realizzare o anche solo apportare migliorie al patrimonio di luoghi in cui si erogano i servizi sociali coglie due obiettivi, entrambi essenziali: migliorare l’aspetto e la fruibilità delle nostre città e paesi e attivare un’immediata circolazione economica a livello locale”.

  • BCC

Sottoscrivi questo feed RSS