mariano

Compensi agli atleti dilettanti, fino a 10mila Euro non sono tassabili

Importante novità per gli sportivi dilettanti, l’art. 1 comma 367  della legge 205/2017 (Legge di Bilancio) ha modificato l’art. 69 comma 2 del TUIR (Testo Unico delle Imposte sui Redditi) ed ha stabilito che “Le indennità, i rimborsi forfettari, i premi e i compensi di cui alla lettera m) del comma 1 dell'articolo 67  TUIR non concorrono a formare il reddito per un importo non superiore complessivamente nel periodo d'imposta a 10.000 Euro”. La norma in esame amplia il limite precedente di 7.500 Euro, per cui dal 1 gennaio 2018 i compensi provenienti da attività sportiva dilettantistica sino alla somma di 10.000 annui sono esenti.  Sono altresì esclusi dalla tassazione i rimborsi di spese documentate relative al vitto, all’alloggio, al viaggio, al trasporto sostenute per prestazioni effettuate fuori dal territorio comunale. Qualora lo sportivo dilettante percepisse redditi superiori a 10.000 Euro e fino a 30.658,28 Euro da una singola società o da più società sportive dilettantistiche, queste sono tenute ad applicare sugli importi eccedenti la ritenuta di acconto del 23%, pari al primo scaglione di reddito (art. 11 del TUIR). Infine, se lo sportivo dilettante ricevesse compensi superiori a 30.658,28 Euro, si avrebbe una ritenuta del 23% a titolo di acconto. Pertanto, se lo sportivo dilettante avesse altri proventi non legati all’attività sportiva, pagherebbe le imposte previste dal TUIR per il reddito prodotto e sarebbe esente per compensi  sportivi fino alla soglia di 10.000 Euro. Per le somme eccedenti, avrebbe una doppia tassazione sia per l’attività non sportiva secondo lo scaglione previsto e sia la ritenuta del 23% per  gli introiti sportivi eccedenti i 10.000 Euro. In tal caso, lo sportivo dilettante in sede di dichiarazione dei redditi sommerebbe i due compensi percepiti, quelli non sportivi e quelli sportivi superiori a 10.000 Euro e pagherebbe imposte relative allo scaglione di riferimento. Per concludere gli effetti della modifica normativa per gli sportivi dilettanti comportano i seguenti criteri : - compensi da 0 a 10.000 Euro, non si applicano imposte; - compensi oltre i 10.000 Euro e fino a 30.658,28 Euro, ritenuta del 23% a titolo di imposta; - compensi eccedenti i 30.658,28 Euro, ritenuta del 23% a titolo di acconto.

Avv. Corrado Spina 

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia